Marko Arnautovic è pronto a fare ritorno in Serie A. Sulle tracce dell'attaccante austriaco c'è il Bologna a caccia di un giocatore con quelle caratteristiche. Ex Inter, con cui ha vinto nella stagione 2009/2010 il Triplete conquistato con Mourinho in panchina, con i nerazzurri giocò soltanto 3 partite. Si parlava di lui come del ‘nuovo Ibrahimovic', specie per la fisicità ma anche per quel carattere un po' fumantino che negli anni l'aveva contraddistinto. In realtà Arnautovic ha avuto una discreta carriera prima dell'approdo al club allora di proprietà di Moratti. Ben 15 gol in 41 presenze con il Twente che avevano convinto l'Inter a tesserarlo come quinto attaccante dopo Milito, Eto'o, Pandev e Balotelli.

Ma le sole 3 presenze in campionato per un totale di 55′ contro Chievo, Siena e Atalanta, furono la conferma che Arnautovic non aveva fatto breccia nel cuore della società. Werder Brema, Stoke City e West Ham nelle sue esperienze calcistiche per un totale di 64 gol dal 2010 all'estate 2019, quando si trasferì in Cina allo Shanghai con cui ha giocato fino a quest'anno segnando 17 gol in 35 gare. Ora l'opportunità di ritornare in Europa con il Bologna che ha espresso tutta la propria disponibilità a prendere il giocatore per cui si sta ragionando solo sull'ingaggio, eventualmente da limare. Ma la trattativa è già ben avviata e pronta per essere valutata o chiusa nel giro dei prossimi giorni.

Arnautovic pronto a tornare in Italia con il Bologna

Palacio non segna più e il Bologna, nonostante Barrow, non è ancora riuscito a trovare un attaccante che possa svolgere al meglio il ruolo di punta. Ecco perché Mihajlovic avrebbe gradito molto che la società si fosse lanciata a capofitto su Marko Arnautovic. Il giocatore, 31 anni, vuole lasciare a parametro zero i cinesi dello Shanghai SIPG, dove guadagna ben 3,5 milioni di euro netti a stagione, che inizialmente sembravano un vero e proprio ostacolo per il Bologna.

Uno stipendio considerevole per una società come gli emiliani. E allora ecco che il calciatore, secondo quanto scritto dal Corriere dello Sport, sarebbe disposto a spalmarsi l'ingaggio su più anni pur di tornare in Italia. Una soluzione che avrebbe trovato d'accordo la società rossoblù pronta ora ad accogliere il giocatore. Nei prossimi giorni è previsto un incontro decisivo tra il Bologna e l'entourage del giocatore sulla base di questa decisione di spalmare l'ingaggio.