"Sul rigore è stato bravo Caicedo a cercare la gamba del nostro portiere, che voleva solo chiudere lo specchio della porta. È andata così, un grande rammarico". Sono queste le parole utilizzate da Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina, dopo la sconfitta di Roma contro la Lazio. La squadra toscana ha protestato molto per la concessione del penalty ai biancocelesti ma l'arbitro Fabbri non ha avuto dubbi. L'allenatore viola, che oggi era squalificato ed era in tribuna allo stadio Olimpico, ha parlato ai microfoni di DAZN e si è espresso così sul rendimento della sua squadra nella gara contro i biancocelesti:

La squadra ha fatto un’ottima gara sul piano della personalità e del gioco, purtroppo non siamo riuscì a chiuderla nonostante non siano mancate le opportunità. È mancato il colpo finale. Abbiamo concesso pochissimo, la Lazio ha capitalizzato un rigore ed un rimpallo. Meritavamo senz’altro di più.

Iachini: Ribery? Un grandissimo giocatore

Il migliore in campo per la Viola è stato Franck Ribery, che ha dimostrato ancora una volta le sue qualità e ha realizzato una rete incredibile. Anche Iachini ha voluto ribadire la stima nei confronti del francese:

È un ottimo professionista e un grandissimo giocatore, come ha dimostrato nella sua carriera. Oggi ha segnato un bellissimo gol ma dovevamo essere più bravi negli ultimi metri. È una pecca che ci portiamo avanti, è successo anche contro il Brescia. C’è grande rammarico, meritavamo sicuramente un altro risultato.

Iachini: Cutrone si è mosso bene

Infine il tecnico della Fiorentina ha parlato di Patrick Cutrone, che stasera ha giocato dall'inizio ed è stato sostituito da Vlahovic a metà della ripresa: "Si è mosso bene anche se non giocava da un po’ di tempo, ha fatto delle buone cose. Chiaro che ci sono margini di miglioramento, Dusan (Vlahovic, ndr) l’ho inserito perché un giocatore fresco, bravo anche lui in profondità, poteva aiutarci nel finale di gara".