Nel contesto di un calciomercato condizionato dall'impatto economico del Covid sul mondo del calcio, c'è un'eccezione che spicca in modo evidente. È il Chelsea di Roman Abramovich, che in un contesto di budget limitati e spending review sta conducendo una campagna acquisti faraonica, importante nel tasso tecnico degli acquisti e negli investimenti affrontati per garantirli all'allenatore Frank Lampard. L'ultimo colpo è quello più atteso: Kai Havertz, gioiello 21enne del Bayer Leverkusen e della nazionale tedesca. Corteggiato per tutta l'estate, per lui i Blues hanno messo sul piatto un investimento totale da 100 milioni di euro, tra gli 80 milioni di parte fissa e 20 di bonus.

Il calciomercato 2020 del Chelsea

Havertz è il sesto colpo di una campagna acquisti estremamente ambiziosa da parte del Chelsea. Iniziata con l'acquisto di Ziyech dall'Ajax per 40 miloni e proseguita con l'innesto di Werner, centravanti del Lipsia e della Germania, a fronte di altri 53 milioni. Poi è toccato a Chilwell dal Leicester (pagato 50 milioni) e i colpi Thiago Silva e Sarr a costo zero, con ingaggio importante per il brasiliano ex Milan e PSG. Fino ad arrivare ai 100 milioni di Havertz. In totale si sfonda il muro dei 240 milioni, fino a questo momento. Una cifra che in pochi avrebbero scommesso di vedere nella prima sessione di mercato post-Covid.

Dopo un anno di stop al mercato, a causa di una squalifica inflitta dalla Fifa, il Chelsea si è rilanciato alla grande, sfruttando le risorse accumulate dopo essere rimasto fermo nelle ultime due sessioni. Si spiega principalmente così, oltre alla grande capacità di spesa del club di Abramovich, l'anomalia di investimenti così importanti nel contesto di un calcio alle prese con una fase di ristrettezze economiche in seguito alla diffusione globale della pandemia.