Il Giudice Sportivo non ha fatto sconti al difensore della Fiorentina, Nikola Milenkovic, e lo ha squalificato per 2 giornate dopo l'espulsione subita contro il Torino per il testa a testa con Andrea Belotti. Una sanzione comminata "per condotta gravemente antisportiva per essersi posto, al 26° del secondo tempo, testa a testa con un avversario provocandone la caduta". Salterà le prossime partite contro Inter e Sampdoria. Per il match contro i nerazzurri il tecnico, Prandelli, dovrà rinunciare a un altro squalificato: si tratta di Castrovilli, anche lui gravato da ‘rosso' contro i granata.

Il testa a testa tra Milenkovic e Belotti

Il ‘muso a muso' ha richiamato quanto accaduto a San Siro tra Ibrahimovic e Lukaku anche per il differente metro di giudizio adottato dal direttore di gara nella valutazione dell'atteggiamento dei calciatori e del provvedimento disciplinare. Cartellino rosso per Milenkovic punito per il fallo di reazione: era entrato a contatto con l'avversario utilizzando fronte (anche se dalle immagini s'è trattato più di un tentativo di pressione che non un colpo vero e proprio). Solo ammonizione per Belotti, sanzionato per la provocazione e caduto dopo il faccia a faccia con il difensore della Fiorentina.

L'episodio costato caro al calciatore della Viola avvenne nella fase cruciale del secondo tempo. L'attaccante del Torino ebbe la peggio dopo un contrasto. L'avversario lo invitò ad alzarsi, censurando quella che riteneva una simulazione. La reazione di Belotti fu immediata, arrivando testa a testa con Milenkovic. Poco dopo finirà a terra lamentando un colpo alla testa: attenderà l'arrivo dello staff medico che gli applicherà alla testa una borsa di ghiaccio. Atteggiamento contestato dalla Viola e che ha alimentato il dibattito sui social network per la teatralità della reazione di Belotti rispetto all'entità del contatto.

Tra gli squalificati della 21sima giornata ci sono anche altri 8 giocatori: 1 giornata di stop per De Paul e Saponara, espulsi nel corso di Spezia-Udinese; Bentancur (diffidato e ammonito) e Lorenzo Pellegrini, entrambi diffidati e ammoniti non ci saranno per Juve-Roma; Patric della Lazio, Pobega dello Spezia, Maxime Lopez del Sassuolo e Messias del Crotone.