La Fiorentina batte 3-2 l'Udinese al termine di una sfida emozionante e a dir poco combattuta. Decisiva per la squadra di Iachini la doppietta di Castrovilli e la rete di Milenkovic. Per gli ospiti doppietta anche per Okaka. La viola torna alla vittoria e piega i friulani scacciando via le voci e i dubbi sul futuro e la qualità di squadra e allenatore.

Il primo tempo al ‘Franchi' con la Fiorentina in vantaggio

Al termine del primo tempo la Fiorentina è uscita dal terreno del gioco del ‘Franchi' in vantaggio per 2-1. Un risultato importante, incoraggiante sulla carta, ma che invece ha visto la squadra di Iachini subire tantissimo negli ultimi 10′ della prima frazione, specie dopo l'uscita per infortunio di German Pezzella. Il vantaggio di Castrovilli e il raddoppio di Milenkovic di testa, servito da un'altra perla dello stresso Castrovilli, protagonisti dell'assist decisivo, sembravano già aver messo una serie ipoteca sulla partita.

Ma invece, proprio l'uscita del capitano, ha aperto grandi prateria ai friulani. L'Udinese ha spinto molto sugli esterni, nonostante incentri molto il suo gioco in verticale. E proprio da uno dei cross da destra, è arrivata la rete di Okaka che ha ripreso la gara del ‘Franchi'. L'Udinese, con 45′ a disposizione, può seriamente mettere in difficoltà la Fiorentina e cambiare la rotta del match.

Doppiette per Castrovilli e Okaka

C'erano grandi aspettative sull'Udinese nella ripresa, specie per come aveva concluso la prima frazione, ma in realtà è stata brava la Fiorentina a capire che i friulani stavano prendendo coraggio. La viola ha infatti trovato quasi subito il gol con Castrovilli, che segna dunque una doppietta, chiudendo di fatto la gara. Da quel momento in poi l'Udinese ha provato nuovamente ad attaccare ma senza trovare fortuna e forse anche senza troppa convinzione.

Ma nonostante questo, specie dopo gli ingressi di Deulofeu, Pussetto e Forestieri, l'Udinese, con tanta fantasia in campo, è riuscita a trovare il gol con il solito Okaka che segna anche lui una doppietta. A questo punto la squadra di Gotti ci crede e ha provato a trovare il gol del pareggio spinto dalla tecnica e dalla qualità sei singoli entrati nella seconda frazione. La Fiorentina si è difesa come ha potuto. E alla fine il 3-2 consente alla squadra toscana di tornare alla vittoria.