La Uefa ha ufficializzato che lo stadio Olimpico di Roma sarà aperto ai tifosi al 25%. "Garantirà questa capacità per il torneo di questa estate" scrive la Uefa che specifica come abbia ricevuto oggi dalla Federcalcio italiano la conferma da parte del governo italiano che le partite dell'Europeo 2020 si potranno svolgere a Roma con la presenza degli spettatori: "Di conseguenza al Uefa ritiene che Roma sia pienamente confermata come sede del torneo". La Uefa ha inoltre specificato, all'interno del comunicato appena diramato, un altro aspetto molto importante:

"I tifosi con biglietti per le partite di Roma devono tenere presente che non saranno concesse esenzioni, per eventuali restrizioni di viaggio che saranno in vigore al momento, per le persone che arrivano dall'estero". Il Governo Italiano ha dunque dato il suo parere positivo alla Federcalcio ancor prima della data di scadenza prevista per 19 aprile. Lo stadio ‘Olimpico' di Roma ospiterà anche la gara inaugurale della manifestazione europea di calcio riservata alle squadre Nazionale. Un autentico motivo di prestigio per il nostro Paese.

Grande soddisfazione anche da parte della Federcalcio e del presidente, Gabriele Gravina, che si era battuto molto per poter convincere il Governo a stabilire un piano di sicurezza ottimale per poter garantire la presenza del pubblico all'interno dello stadio ‘Olimpico' di Roma, rispettando ogni tipo di protocollo anti-Covid.

Oggi la conferma da parte della Uefa che potrebbe rappresentare una sorta di ‘ritorno alla normalità' per il mondo del calcio e una prova di organizzazione per capire come poter garantire almeno una minima percentuale di pubblico anche in vista della prossima stagione. Tanti sono infatti i club che spingono affinché i propri impianti possano ospitare un certo numero minimo di spettatori. Allo stadio ‘Olimpico' si giocheranno Italia-Turchia (11 giugno), Italia-Svizzera (16 giugno), Italia-Galles (20 giugno) e un quarto di finale (3 luglio).