L'Inter batte il Milan 2-1 nei quarti di finale di Coppa Italia e approda in semifinale dove troverà la vincente del match tra Juventus e Spal. Rossoneri in vantaggio con Zlatan Ibrahimovic che poi è protagonista di una rissa con Lukaku e di un'espulsione che compromette la gara della formazione di Stefano Pioli. I nerazzurri pareggiano con un rigore assegnato grazie all'ausilio del Var e trasformato dall'attaccante belga. Nel recupero il gol qualificazione di Eriksen che manda la squadra di Antonio Conte al penultimo atto della competizione nazionale.

Un derby di Coppa Italia molto infuocato quello andato in scena questa sera a San Siro. Protagonisti sia in positivo che in negativo i due centravanti Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku. Al 32′ lo svedese con una colpo da biliardo ha infatti portato in vantaggio i rossoneri. Poi nei minuti finali i due attaccanti sono protagonisti di una deprecabile rissa e vengono ammoniti. In avvio di ripresa il milanista rimedia poi il secondo giallo e viene espulso lasciando i suoi in dieci uomini. Al 71′ Lukaku pareggia su un calcio di rigore assegnato dall'arbitro Valeri grazie all'ausilio del Var che lo ha richiamato per andare a rivedere il contatto in area rossonera tra Leao e Barella. Qualche minuto più tardi l'arbitro Valeri si infortuna ed è costretto a lasciare il match, a dirigere la gara al suo posto il quarto uomo Chiffi.

I nerazzurri in superiorità numerica assediano l'area di rigore del Milan con Conte che manda in campo anche Lautaro Martinez e Christian Eriksen. E proprio il danese all'8° minuto di recupero (dieci quelli assegnati dall'arbitro Chiffi) con uno splendido calcio di punizione batte il quasi insuperabile Tatarusanu e segna la rete che vale la qualificazione alle semifinali della Coppa Italia 2020/2021.