Douglas Costa ha fatto il suo secondo esordio con il Bayern Monaco in Bundesliga. L'esterno offensivo brasiliano è stato schierato nella ripresa del match della formazione bavarese sul campo dell'Arminia Bielefeld ma più che mettersi in mostra per una giocata o per un gol, ha conquistato la scena per un siparietto a dir poco curioso in occasione di un calcio di punizione. L'ex Juventus ha avuto qualche difficoltà a mettersi in barriera nella ormai famosa posizione del "coccodrillo".

Dopo avergli concesso spazio da titolare in Coppa, Flick ha gettato nella mischia Douglas Costa anche nei 25′ finali della sfida di campionato in casa dell'Arminia, vinta poi 4-1. Qualche spunto interessante per il brasiliano che ha aiutato la squadra anche in fase difensiva. In occasione di un pericoloso calcio di punizione dal limite per la squadra di casa, i campioni d'Europa si sono disposti come da copione in barriera. All'ex Juventus è toccato il compito di stendersi sul terreno di gioco alle loro spalle, per fare il cosiddetto "coccodrillo" e provare dunque ad intercettare l'eventuale conclusione rasoterra dell'avversario incaricato di calciare.

Douglas Cosa si è così steso, dimostrando però di non essere proprio a suo agio. Il motivo? La posizione delle mani delle mani del brasiliano preoccupato per un eventuale tocco del pallone e conseguente calcio di rigore. Ecco allora gli sguardi ai compagni in barriera e la richiesta di aiuto, su come posizionarsi. Una scena che ha scatenato l'ilarità di Muller e degli altri calciatori della formazione di Flick, con Douglas Costa che si è rotolato prima in un senso e poi nell'altro prima di mettersi di spalle. Come spesso accade il tutto è finito per diventare l'oggetto di un video che ha spopolato sui social e sul web.