550 CONDIVISIONI

Clamoroso Camarda, può essere convocato per Milan-Fiorentina a 15 anni: cosa dice il regolamento

Francesco Camarda può essere convocato per Milan-Fiorentina. Dopo l’infortunio di Okafor, Pioli potrebbe affidarsi proprio al giovanissimo bomber rossonero che in termini di regolamento a 15 anni può prendere partita alla partita di Serie A.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Fabrizio Rinelli
550 CONDIVISIONI
Immagine

Francesco Camarda ha soli 15 anni e già può essere fondamentale per il Milan. Con Giroud squalificato e Leao infortunato, il Milan era pronta ad affidarsi ad Okafor per la sfida di campionato contro la Fiorentina. La doccia fredda per Pioli è però arrivata stamattina con l'infortunio dell'attaccante svizzero in nazionale contro la Romania: lesione al bicipite femorale destro. Il giocatore salterà inevitabilmente la sfida contro la viola mettendo a dura prova l'allenatore rossonero. Scelte obbligate con due punte formate da Jovic e Pulisic, oppure con Chukwueze per formare un inedito tridente. Manca comunque una punta che da regolamento può essere rappresentata proprio da Camarda.

La sua convocazione contro la Fiorentina sembra essere quasi obbligata e il giocatore sta continuando ad allenarsi con la prima squadra. Si tratta dell'attaccante dei record capace di segnare gol a grappoli. Dopo 5 stagioni nelle giovanili rossonere vantava già uno score impressionante di oltre 500 gol. Negli ultimi anni hanno poi ha messo a segno 22 reti in sole 25 partite nel campionato vinto con l'Under 15 e ben 22 gol in 18 partite con l'Under 17. Camarda è anche l'unico 2008 a riuscire a segnare all'esordio in Primavera e Youth League dove, con una doppietta al Newcastle è diventato il più giovane goleador italiano del torneo. Ora sembra essere arrivato il momento dell'esordio in Serie A a soli 15 anni.

Qualcuno l'ha già paragonato a Youssoufa Moukoko del Borussia Dortmund, divenuto a 16 anni e 28 giorni il più giovane marcatore nella storia della Bundesliga. Ma in effetti se Pioli dovesse pensare davvero di portarlo con sé a San Siro sabato sera, per poi decidere di mandarlo anche in campo, Camarda diventerebbe l'esordiente più giovane di sempre in Serie A. Il record al momento appartiene a Wisdom Amey a 15 anni e 274 giorni con il Bologna nel 2021 ma Camarda potrebbe batterlo qualora mettesse piede sul prato del Meazza a 15 anni e 8 mesi.

Tutto consentito in termini di regolamento che all'articolo 34 delle Norme Organizzative Interne della FIGC sottolinea i limiti d'età che consentono ai giovani di prendere parte ai Campionati di Calcio di Serie A: "I calciatori/calciatrici "giovani" tesserati per le società associate nelle Leghe e quelli della Divisione Calcio Femminile che abbiano anagraficamente compiuto il 15° anno possono partecipare anche ad attività agonistiche organizzate dalle Leghe e dalla Divisione Calcio Femminile". Camarda solo poche settimane fa si era messo in mostra in Youth League con una rete sensazionale messa a segno contro il PSG esibendosi in una spettacolare sforbiciata in piena area parigina con la palla insaccata in modo imparabile. E già da allora il pubblico rossonero chiedeva la convocazione.

La squalifica di Giroud e gli infortuni di Leao e Okafor, mettono ora Pioli di fronte a un bivio: convocarlo ma senza farlo entrare o correre il rischio? Il rischio di bruciarlo che è un po' la paura comune in questi casi. Anche se Camarda ha dimostrato di non aver alcuna paura degli esordi. Iganzio Abate, allenatore della Primavera del Milan, era stato chiaro sulla linea da tenere su Camarda, una sorta di diktat della società: "Il club permette ai ragazzi di velocizzare le tappe e lui è sotto età di tre anni, noi però ancora non sappiamo quale sarà il suo impatto in questa categoria. Se l’impatto sarà importante, e non è detto sia così, andrà tenuto coi piedi per terra". Un rischio che i tifosi del Milan però vogliono prendersi: resta da convincere Pioli e aspettare…

550 CONDIVISIONI
Perché il gol di Theo dopo il palo colpito su rigore è stato annullato: cosa dice il regolamento
Perché il gol di Theo dopo il palo colpito su rigore è stato annullato: cosa dice il regolamento
Scalvini fa gol con la scarpa in mano: cosa dice il regolamento e perché il VAR lo ha annullato
Scalvini fa gol con la scarpa in mano: cosa dice il regolamento e perché il VAR lo ha annullato
Perché Jovic è stato espulso col Var in Monza-Milan: quante giornate di squalifica rischia
Perché Jovic è stato espulso col Var in Monza-Milan: quante giornate di squalifica rischia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni