La Lega ha il suo nuovo Presidente, si tratta di Paolo Dal Pino un personaggio non totalmente nuovo per il calcio italiano perché già il 16 dicembre scorso ha sfiorato la nomina nella seconda assemblea elettiva. Imprenditore milanese, classe 1962, ha iniziato la sua carriera di manager in Fininvest, ricoprendo poi ruoli di vertice fra editoria e telecomunicazioni, in Mondadori, Kataweb del gruppo Espresso, Telecom, Seat Pg, Pirelli e Wind.

Manager in Fininvest, Espresso e Telecom

Negli anni 80 Dal Pino lavora per il Gruppo Fininvest prima di intraprendere la carriera in Mondadori e nel Gruppo Espresso tra gli anni 90 e i 2000. Crea per quest'ultimo il portale web in Italia per il Gruppo, Kataweb, che lo coinvolge sempre più nel mondo della comunicazione. Nei primi anni del 2001 Dal Pino cambia progetti e passa a Telecom, dove gestisce Seat Pagine Gialle riuscendo a riportare la società sull'orlo della crisi in utile. Poi, per scelta della stessa azienda di telecomunicazione, viene mandato in Brasile per occuparsi delle attività sudamericane con importanti successi.

Il nuovo Presidente, succede a Miccichè

Lo scorso 16 dicembre, raccogliendo nei tre scrutini 13 e 12 voti, fra cui quelli di Roma, Lazio, Milan e Genoa Dal Pino era già stato vicinissimo ad essere il nuovo Presidente del Calcio italiano. Con l’abbassamento del quorum, in questa ultima votazione 12 pareri favorevoli sono bastati per essere eletto. Una scheda è stata lasciata bianca e altri 7 voti sono andati a Gaetano Miccichè, che si era dimesso dalla presidenza della Lega il 19 novembre dopo l’inchiesta della Procura federale sulla sua elezione, e che è stato candidato poco prima del voto dal presidente del Torino Urbano Cairo. Paolo Dal Pino segue nella carica a Miccichè il cui mandato si è concluso con l'addio in seguito all'inchiesta della Procura federale sulla sua precedente elezione.