Alessandro Del Piero è stato tra gli ultimi giocatori della Juventus, nel lontano 1996, ad alzare al cielo la Champions League. Una soddisfazione incredibile, che l'ex capitano spera possa ora toccare a Chiellini e compagni. A poche ore dal fischio d'inizio della nuova edizione del massimo torneo europeo, Del Piero ha così fatto la radiografia ai gironi e segnalato le sue preferenze per le squadre candidate alla vittoria finale.

"Fare i pronostici sulla Champions è dura, specialmente se sarà pazza ed esaltante come l’ultima – ha spiegato alla ‘Gazzetta dello Sport' – Dico Barcellona, City e Liverpool ancora davanti a tutte. La Juventus è in seconda fila, ma solo per i risultati della scorsa stagione perché in realtà la squadra è da pole position. E attenti al Real Madrid che tornerà in alto".

L'ottimismo di Del Piero

"Prima o poi arriverà quel momento in cui la Juventus tornerà a vincerla – ha aggiunto ‘Pinturicchio' – Cristiano Ronaldo però non basta per vincere, anche se non si può dire che non abbia fatto quello per cui è stato comprato. E sono certo che farà ancora meglio in questa stagione, guidato da Sarri che è un allenatore da grande squadra. In Europa è una garanzia: lo scorso anno ha segnato solo lui nella fase eliminatoria, per questo è importante avere gente del suo livello"

"Per quanto riguarda le altre italiane, sono convinto che tutte e tre possono passare il turno, Atalanta compresa. Per la Juventus io resto ottimista. La squadra ha giocato recentemente due finali, è esperta e competitiva – ha concluso Del Piero – L'ansia da vittoria la combatti solo vincendo. Contro l'Ajax, per esempio, non si è perso per aver giocato male, ma soprattutto per mancanza di coraggio. La squadra ha subito la loro forma scintillante fornendo una prestazione non all’altezza dell’avversario e del livello necessario per fare la differenza in Champions".