643 CONDIVISIONI
24 Gennaio 2023
14:43

Cassano si scaglia contro Caressa al grido di incompetente: “Perché sei lì? Di cosa stai parlando?”

L’ultima affermazione di Fabio Caressa provoca la reazione veemente di Antonio Cassano, che parte a testa bassa senza nessun freno: “Caressa, non capisci una minchia, di cosa parli? Di nulla, parliamo sempre del nulla”.
A cura di Paolo Fiorenza
643 CONDIVISIONI

Ci risiamo, quando Antonio Cassano parte in diretta poi diventa un fiume di parole impossibile da arginare. Soprattutto se gli capita di indirizzare i suoi strali verso qualcuno che dal punto di vista delle opinioni calcistiche davvero non riesce a farsi andare giù. È il caso di Fabio Caressa, volto storico di Sky Sport, contro il quale già in passato il barese si era scagliato senza lesinare un consiglio: "Deve cambiare mestiere".

Il concetto anche stavolta resta quello: Caressa, a dire di Cassano, non capisce davvero nulla di calcio e dunque non si sa perché occupi quel ruolo. Questo è il succo dell'ultima filippica dell'opinionista della BoboTV, che perde la testa quando si trova a commentare le parole di Caressa su Skriniar, il cui addio all'Inter è stato annunciato ieri sera dal suo procuratore negli stessi momenti in cui la squadra nerazzurra perdeva con l'Empoli.

"Skriniar è un buon difensore ma è pur sempre un difensore, si può sostituire. Io prendo Baschirotto a 4, non Skriniar a 50! Non mi fa vincere lo Scudetto nessuno dei due, quindi diamo le proporzioni alle cose", ha detto qualche giorno fa il telecronista di Sky.

@er.clab_tiktok

Fabio #Caressa senza giri di parole: "E tiettelo #Skriniar io mi prendo #Baschirotto del #Lecce " Che ne pensate?

♬ Polozhenie – Izzamuzzic Remix – Скриптонит

Frasi che provocano la veemente reazione di Cassano durante la sua abituale chiacchierata con i suoi compagni su Twitch Vieri, Adani e Ventola: "In Italia ci sono troppi incompetenti. Io quando c'è da fare un nome e un cognome, non offendo, però faccio nome e cognome. Quando in Italia il signor Fabio Caressa dice ‘tanto Skriniar va via, per me meglio Baschirotto’, con tutto il rispetto di Baschirotto, di cosa sta parlando? Di cosa sto parlando Lele, spiegami?".

Adani gli dà ragione e risponde: "Non di calcio". Cassano questo aspettava, per ripartire a testa bassa contro l'oggetto della sua invettiva: "Non di calcio, persone che sono incompetenti, che stanno lì… Caro Caressa, sei lì, perché sei lì?Mi dai una motivazione valida perché tu sei lì? È lì a far cosa? A dire, tempo addietro, ‘di Messi ce ne sono tantissimi'. Anche Di Maria ha criticato. Adesso vado a sentire cosa: ‘Ah, Skriniar va via, ciao. Baschirotto è la stessa cosa, tanto Skriniar non mi fa vincere Scudetti'. Di cosa sto parlando? Con tutto il rispetto di Baschirotto, spero possa avere una carriera al Real Madrid. Però, di cosa parlo? Di persone che vogliono un click in più, che li nominano un attimino…".

"Adesso lo sto nominando, visto che ormai anche lui era nell'oltretomba, che non lo cagava più nessuno – continua inarrestabile Fantantonio – Adesso gli dico: Fabio Caressa, non capisci una minchia, di cosa parli? Di cosa stiamo parlando? Di nulla, parliamo sempre del nulla. Ma con lui ci sono mille altre persone, che gli vanno dietro a queste persone qua, anche in altre reti. È una roba scandalosa. Con noi, possiamo avere torto o ragione, però noi discutiamo, portiamo la realtà dei fatti. Quando si parla di calcio, lo amiamo, abbiamo giocato, ci siamo stati dentro. E non per fantasie, per i click o perché non si capisce e si butta tutto in caciara".

643 CONDIVISIONI
Cassano gli dà dell'incompetente, Caressa lo smonta: gli bastano poche parole
Cassano gli dà dell'incompetente, Caressa lo smonta: gli bastano poche parole
Cassano sa già cosa faranno adesso i calciatori della Juventus: “Devono stare attenti”
Cassano sa già cosa faranno adesso i calciatori della Juventus: “Devono stare attenti”
Cassano impazzisce sulla Juve per una bugia:
Cassano impazzisce sulla Juve per una bugia: "Mi fa schifo ascoltare cosa dice Allegri"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni