Antonio Cassano non ha molti dubbi sui motivi del flop della Juventus in Europa. Nel consueto appuntamento in diretta streaming su Bobo TV, l'ex calciatore di Bari Vecchia ha parlato dell'eliminazione dei bianconeri per mano del Porto in Champions League. Nel prendere le difese di Cristiano Ronaldo, che ha sbagliato una sola partita, Cassano ha comunque puntato il dito contro la scelta della società di puntare sul portoghese, per una situazione che ha aumentato la pressione su tutto il gruppo in Europa.

Per Cassano discutere Cristiano Ronaldo è follia. A giudizio dell'ex di Roma, Real Madrid, Milan, Inter, puntare il dito solo su CR7 dopo l'uscita dalla Champions è eccessivo: "Stanno discutendo Cristiano Ronaldo. Se parliamo di Ronaldo e la Juve sono differenti: il primo è il re della coppa, la seconda da 26 anni fallisce sempre. La Juve non ha lo status delle big. In Italia ci accontentiamo di vincere 10 scudetti a febbraio. Ma siamo fermi all’epoca di 15-20 anni fa. Il Milan di Ancelotti ha dato spettacolo ma è stato un fuoco di paglia. La Juve in Italia può continuare a vincere perché hanno disponibilità economia. Come mai in Europa falliscono?".

A giudizio dell'attuale opinionista, l'errore del club è stato commesso a monte. La Juventus infatti prendendo Cristiano Ronaldo, in una rosa a suo dire di giocatori non alla sua altezza, ha aumentato la pressione sulla squadra in Europa: "Ha sbagliato la società: puoi prendere i più forti della storia ma se non li circondi di giocatore di personalità e status mondiale farai fatica. Escluso Gigi Buffon. Chi ha mai vinto la Coppa dei Campioni lì? Prendere Ronaldo è stato un errore, perché hai messo ancora più pressione alla Juve. Lui ce l’ha lo status per vincere ma gli altri giocatori no".

Tornando poi alla partita contro i lusitani, Cassano è stato perentorio: "Il Porto ha meritato ampiamente la qualificazione. Hanno fatto una testa così alla Juve. Tra andata e ritorno non si può dire niente. Non posso pensare che in 75’ in 10 creano 4-5 occasioni da gol e la Juve non passa il turno, con la squadra più debole. La Juve è andata meritatamente fuori. Il Porto ha una filosofia di gioco, giocare a calcio e dominare la partita. Mi ricordo dopo Barcellona-Juventus 0-3, tutti i pagliacci che parlavano, è dicevano che la Juve era candidata a vincere la Champions. Oggi sputano m…a. Non si può attaccante Ronaldo, è una cosa vergognosa".