37 CONDIVISIONI

Benzema esplode in spogliatoio contro Espirito Santo, l’allenatore è cacciato: il paradiso non è lì

L’Al Ittihad ha mandato via l’allenatore Nuno Espirito Santo dopo un durissimo scontro davanti a tutti con la stella Karim Benzema. Anche in Arabia Saudita il paradiso calcistico può finire da un momento all’altro.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Paolo Fiorenza
37 CONDIVISIONI
Immagine

Salta fragorosamente la panchina dell'Al Ittihad, la squadra che l'anno scorso aveva dato un dolore a Cristiano Ronaldo e all'Al Nassr vincendo il titolo della Saudi Pro League. Il club di Gedda ha cacciato nella serata di martedì Nuno Espirito Santo, che paga l'ultimo periodo di risultati negativi ma anche il rapporto deterioratosi con la stella Karim Benzema, fino ad arrivare allo scontro durissimo tra i due andato in scena lunedì nello spogliatoio davanti a tutti.

L'Al Ittihad dopo le prime 12 giornate di campionato è sesto in classifica, a ben 11 punti dalla capolista Al Hilal. La partenza era stata eccezionale, con 4 vittorie nelle prime 4 partite, 12 gol segnati e nessuno subìto, poi tutto è drasticamente cambiato in peggio. Basti pensare che nelle ultime 5 gare giocate sono arrivati solo 3 punti (2 sconfitte e 3 pareggi). La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l'ultima sconfitta in Champions asiatica due giorni fa: uno 0-2 in casa degli iracheni dell'Al Quwa Al Jawiya che ha fatto deflagrare lo spogliatoio.

Espirito Santo nell'intervallo ha rimproverato i giocatori per il loro atteggiamento e a quel punto è intervenuto Karim Benzema alzando la voce. I toni si sono accesi sempre di più, in uno scontro frontale davanti a tutti che ha indotto il club a mandare via il 49enne tecnico portoghese. "Il club ha annunciato la rescissione del contratto dell'allenatore portoghese Nuno Santo – recita la nota diffusa ieri sera – Questa decisione arriva dopo un'esauriente valutazione tecnica dell'ultima fase in cui è stato incaricato di allenare la prima squadra di calcio".

"Nel frattempo il vice allenatore Hassan Khakifa assumerà le responsabilità di allenatore della squadra, fino a quando le procedure di nomina per un nuovo allenatore non saranno finalizzate e lo staff tecnico sarà riorganizzato per allinearsi agli obiettivi del club e alle aspettative dei suoi tifosi. Il club esprime la propria gratitudine all'allenatore Nuno Santo per il contributo fornito durante la sua permanenza con la squadra e gli augura successo nei suoi progetti futuri", conclude il comunicato. In pole position per sedersi sulla panchina dell'Al Ittihad c'è l'ex Ct della nazionale tedesca Hansi Flick, attualmente libero.

Espirito Santo era arrivato all'Al Ittihad nell'estate del 2022, vincendo il campionato al primo colpo. In questa stagione poteva contare su una rosa nettamente più forte, alla luce del mercato faraonico che gli aveva messo a disposizione giocatori come Benzema, Kanté, Fabihno e Luiz Felipe tra gli altri.

Le cose tuttavia sono precipitate velocemente e l'aver perso i favori di Benzema si è rivelato decisivo per le sorti dell'ex allenatore di Valencia, Porto, Wolverhampton e Tottenham. Insomma, anche nei club di vertice non è tutto rose e fiori in Arabia Saudita: il paradiso può finire da un momento all'altro, esattamente come avviene ad ogni altra latitudine.

37 CONDIVISIONI
Stojilkovic cacciato a causa di un bacio all'allenatore: dopo pochi mesi è cambiato tutto
Stojilkovic cacciato a causa di un bacio all'allenatore: dopo pochi mesi è cambiato tutto
La beffa finale per l'allenatore cacciato dalla Costa d'Avorio prima del trionfo in Coppa d'Africa
La beffa finale per l'allenatore cacciato dalla Costa d'Avorio prima del trionfo in Coppa d'Africa
Bonucci litiga con l'allenatore dell'Alanyaspor e innesca una rissa nel tunnel degli spogliatoi
Bonucci litiga con l'allenatore dell'Alanyaspor e innesca una rissa nel tunnel degli spogliatoi
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views