Antonio Conte scalda i motori della sua Inter in vista della sfida in programma domenica contro la Sampdoria, primo impegno post-Covid in Serie A dopo il pareggio di Napoli e l'eliminazione dalla Coppa Italia. L'allenatore salentino è molto fiducioso in vista del tour de force che attende i nerazzurri, dopo i tanti segnali positivi della prima parte di stagione. Grande orgoglio per il lavoro svolto, e ottimismo anche per la possibilità di disporre di tutta la rosa al completo.

Antonio Conte fiducioso in vista della ripresa della Serie A

All'emittente cinese PP Sport del gruppo Suning Antonio Conte ha raccontato le sue sensazioni prima della ripresa della Serie A. Il tecnico è pronto ad alzare l'asticella sfruttando la scia dell'orgoglio per quanto fatto prima della sospensione per l'emergenza Covid: "Se devo trovare un aspetto positivo dalla situazione della pausa per l'emergenza Covid, è aver avuto il tempo per rivedere i primi sette mesi, ripensare alla nostra rosa, rileggere le cose negative e quelle positive. Io chiedo sempre di alzare l'asticella, prima di tutto a me stesso. Mi rende orgoglioso vedere come stia crescendo la mentalità di questa squadra. Noto che i calciatori sono consapevoli che se vogliamo essere competitivi e lottare per vincere, ogni singolo giocatore deve alzare il proprio livello. Sappiamo di avere di fronte un percorso per tornare a vincere, senza scorciatoie, un percorso fatto di lavoro e sacrificio, di fatica e passione, ma al tempo stesso ho grande voglia e ambizione. Penso che si sia iniziato un bel percorso e quando si iniziano cammini del genere bisogna crederci e avere voglia di affrontare le difficoltà".

Conte che ha ringraziato i giocatori dell'Inter per la disponibilità e la professionalità durante questi lunghi e difficili mesi, ha parlato anche del ritorno in campo e della grande curiosità sulle risposte che darà la sua squadra: "La ripresa? Resta punto interrogativo, sarà la partita a farti capire: siamo tutti un po' curiosi di vedere le risposte sul campo. È una situazione nuova, difficile fare paragoni col precampionato dove ci sono amichevoli e tempo: in questa situazione bisogna valutare le risposte sul campo e i possibili infortuni. Non sarà semplice giocare ogni tre giorni, allenarsi e scendere in campo con temperature alte".

Conte su Sanchez e Eriksen, e l'Inter al gran completo

Quello che è certo è che la motivazione è fortissima in casa Inter, anche se ci si confronterà con un calcio diverso: "Mi aspetto da parte di tutti voglia di mettersi alla prova in partite ufficiali: non ci sarà bisogno di motivare i giocatori, dopo un bel po' di tempo che non si scende in campo ci sarà tanta voglia. Bisognerà essere bravi a gestire forza e motivazioni in questo momento particolare". E a proposito di calciatori, finalmente Conte potrà lavorare con la rosa al completo dopo i tanti infortuni dei mesi scorsi. Gli osservati speciali saranno Alexis Sanchez e l'ultimo arrivato Eriksen: "Non dimentichiamo che in questi sette mesi non siamo stati molto fortunati e abbiamo perso calciatori che stavano facendo bene. Adesso c'è la possibilità di avere tutta la rosa a disposizione e ci ho lavorato sopra. Alexis Sanchez è in buona condizione, abbiamo potuto lavorare anche con Eriksen, inserendolo nella giusta maniera e mettendolo al pari con gli altri dal punto di vista tattico e fisico. Abbiamo lavorato per farci trovare pronti e cercare di essere migliori".