Ansu Fati è stato uno dei protagonisti della vittoria del Barcellona per 5-1 sul Ferencvaros. La giovane stella spagnola, ha messo a referto un gol e un assist nell'esordio stagionale in Champions League. A rovinare la serata del talentuoso classe 2002 è arrivata quella che si può definire come una vera e proprio "uscita a vuoto" di un giornalista di "ABC", Salvador Sostres. Una frase infelice e dai toni discriminatori secondo il Barça che ha deciso di intraprendere un'azione legale contro di lui.

"Ansu Fati quando corre ha qualcosa di una gazzella, sembra un venditore ambulante giovane e nero che vedi improvvisamente mettersi a correre lungo il Paseo de Graciaq quando qualcuno urla ‘acqua, acqua' per avvisare che sta arrivando la Guardia Civil". Queste le parole utilizzate da Salvador Sostres di "ABC" per descrivere la superlativa prestazione di Ansu Fati in occasione della sfida di Champions contro il Ferencvaros. Un intervento infelice che ha spinto il Barcellona a scendere in campo in tribunale, per dare un segnale forte nella lotta contro le discriminazioni. Secondo la stampa spagnola, i vertici del club blaugrana sono molto arrabbiati e vogliono andare fino in fondo, anche nel caso in cui dovessero arrivate le pubbliche scuse.

Il caso legato alle parole di Sostres su Ansu Fati ha sollevato un polverone in Spagna e non sono mancate perentorie prese di posizione a suo sostegno. Tra queste quella del compagno di squadra Antoine Griezmann che sui social ha condiviso lo screen delle parole del giornalista, accompagnato da parole di sostegno per il giovane talento: "Ansu è un ragazzo eccezionale che merita rispetto come qualunque essere umano. No al razzismo e no alla maleducazione".