La Fiorentina pregustava la sua prima vittoria in campionato ma l'Atalanta ha rovinato la festa alla squadra di Vincenzo Montella e al Tardini di Parma il risultato finale è 2-2. Nel giorno del  primo goal in Serie A di Ribery tutto sembrava apparecchiato per la prima affermazione stagionale della Viola ma i ragazzi di Gian Piero Gasperini non hanno mollato e alla fine è arrivato il pareggio. L'altra rete della Viola, che ha aperto il match, è stata realizzata da Chiesa. Gara intensa e piuttosto equilibrata e gli acuti dei due alfieri offensivi della squadra toscana sembravano aver messo al sicuro la prima vittoria in Serie A da presidente della Fiorentina di Rocco Commisso ma Ilicic e Castagne hanno riportato il match in parità negli ultimi minuti.

Chiesa si sblocca: tiro deviato e Gollini battuto

Dopo un inizio piuttosto equilibrato, con la Dea che si era fatta preferite per atteggiamento e ritmo, la Fiorentina ha trovato il vantaggio al 24′ con Federico Chiesa: l'attaccante viola ha trovato il primo goal in campionato con un tiro di destro che è stato deviato da Palomino e ha messo fuori causa Gollini. Montella ieri aveva parlato della verve realizzata del suo talento offensivo e puntuale è arrivata la rete del figlio d'arte.

Cori razzisti per Dalbet, Orsato interrompe la gara

Al 31′ della prima frazione Dalbert si è lamentato e l'arbitro Orsato ha interrotto il match per tre minuti per far leggere l’annuncio contro le forme di discriminazione razziale: da una zona dello stadio di Parma sino partiti fischi e insulti. Una scena surreale e che non può essere più tollerata o mascherata come ignoranza o goliardata di piccoli gruppi.

Il primo acuto di Ribery in Serie A

Al minuto 65 è arrivato il momento che tutti i tifosi viola aspettavano da settimane: Chiesa ruba palla a centrocampo e dopo aver condotto a modo suo per diversi metri recapita un cross a centro area che Franck Ribery ha spinto in rete con un sinistro al volo. Grande esultanza del francese che è stato abbracciato da tutti i suoi compagni e il sorriso di Montella è l'emblema della serata per la Fiorentina al fino a quel momento del match.

 

Ilicic e Castagne riprendono la Viola: finisce 2-2

L'Atalanta non ha mollato e al minuto 84 Josip Iličić ha accorciato le distanze con una conclusione ravvicinata su assist del Papu Gómez: bel gesto tecnico dello sloveno, che ha stoppato bene di petto e concluso con il suo piede preferito alle spalle di Dragowski. Il forcing bergamasco è incessante e nei minuti di recupero è stato Timothy Castagne a trovare il goal del pareggio con un bel tiro a volo dai 16 metri: gioia nerazzurra e delusione viola.

Pochi istanti prima alla Dea era stato annullato dal VAR una rete di Pasalic per fallo di mano di de Roon ma i ragazzi di Gasperini ci hanno creduto fino alla fine e hanno scongiurato la seconda sconfitta stagionale in campionato. La Fiorentina non riesce più a vincere: mancano i 3 punti da più di 200 giorni.