7 Giugno 2021
14:56

“Ha evitato il KO reggendolo in piedi”: accuse sulla regolarità di Mayweather vs Logan Paul

Si continua a discutere dell’esibizione andata in scena stanotte all’Hard Rock Stadium di Miami tra l’ex pugile Floyd Mayweather e lo youtuber Logan Paul. Sui social, più di qualcuno ha messo in dubbio la veridicità dell’incontro, sottolineando come, in un’occasione, Money abbia sostenuto fisicamente l’avversario per impedirgli di andare KO e mettere fine all’incontro.
A cura di Valerio Albertini

Continua a far parlare l'esibizione andata in scena stanotte tra l'ex pugile Floyd Mayweather e lo youtuber Logan Paul all'Hard Rock Stadium di Miami. Il 44enne statunitense, ritiratosi quattro anni fa dopo aver battuto la star di MMA Conor McGregor e aver vinto il titolo mondiale in cinque categorie di peso differenti, ha dominato e battuto Paul, ma non lo ha mandato KO. Lo youtuber, infatti, al suo secondo combattimento dopo la sconfitta rimediata contro il rapper KSI, è riuscito a restare in piedi per tutti gli otto round del combattimento, anche se sui social più di qualcuno ha sospettato che si trattasse di una scelta già concordata in origine. Il loro incontro, non ufficiale e senza la presenza di giudici a bordo ring, è sembrato truccato a diverse persone, che hanno sottolineato come Money abbia fatto in modo che Paul non cadesse, addirittura sostenendolo fisicamente.

A molti è sembrato strano, innanzitutto, che un pugile della caratura di Mayweather non sia riuscito a mandare al tappeto un debuttante. I sospetti sono aumentati quando sul ring si sono verificate alcune anomalie, che hanno contribuito a mettere in dubbio la veridicità dell'incontro. Sui social si fa riferimento a un momento particolare: Paul appare esausto e prova a colpire Floyd con un gancio destro. Il campione schiva il colpo con facilità e replica con un gancio e un montante che sembrano atterrare definitivamente lo youtuber. A quel punto, però, Money sembra fare di tutto affinché il suo rivale non cada a terra, sostenendolo con entrambe le braccia per evitare che il combattimento finisca.

Il video ha scatenato tantissimi commenti sui social e più di qualcuno si è fatto l'idea che l'incontro fosse truccato e che Mayweather e Paul avessero concordato di non terminarlo prima della fine degli otto round, per non intaccare le massime potenzialità di guadagno relative ai diritti televisivi e, allo stesso tempo, mantenere intatta la propria reputazione. A fine match, è stato lo stesso Logan Paul a scherzare sul fatto di essere rimasto in piedi fino alla fine:

Questo è uno dei momenti più belli della mia vita… accidenti, sono felice. Non si sa mai con Mayweather, andrò a casa pensando: "Ehi, Floyd mi ha lasciato sopravvivere?"

I commenti degli esperti e l'ironia sui social

Tra i diversi commenti arrivati su Twitter, a destare particolare attenzione sono stati quelli di pugili o ex campioni, tra cui Jamel Herring, campione dei pesi superpiuma WBO, e Caleb Truax, ex campione dei pesi medi IBF. Il primo ha ironizzato sull'incontro, affermando di voler replicare la scelta di Money: "Sto cercando una celebrità al di fuori del pugilato, per diventare sporchi ricchi fuori da…"

Molto più diretto il secondo, che ha definito il match come "molto probabilmente, la cosa più brutta di sempre". Netta anche la disamina dell'esperto di pugilato di Sportsmail Daniel Matthews:

Mayweather avrebbe potuto farla finita quando e come voleva. Quindi immagino che sia stato fin dall'inizio un incontro truccato. E aveva senso per lui picchiare Paul a pezzi? Probabilmente no.

Tra gli appassionati, che hanno deciso di vedere l'incontro, invece, è dilagata l'ironia. Questa ha dato vita a simpatici fotomontaggi sui social, che hanno messo in luce come Mayweather e Paul, più che prendersi a pugni, si siano abbracciati.

Mayweather svela la farsa con Logan Paul: "Sono l'unico che può fare un finto match per 100M"
Mayweather svela la farsa con Logan Paul: "Sono l'unico che può fare un finto match per 100M"
Cade in un precipizio e muore: addio a Kim Hong-Bin, l'alpinista disabile dei record
Cade in un precipizio e muore: addio a Kim Hong-Bin, l'alpinista disabile dei record
Incidente Zanardi, nessuna colpa del camionista: il gip archivia l'inchiesta
Incidente Zanardi, nessuna colpa del camionista: il gip archivia l'inchiesta
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni