2 CONDIVISIONI

Palinsesti La7 2023/2024 in diretta, tutte le novità: Parenzo al posto di Myrta Merlino, Giletti fuori

2 CONDIVISIONI

Verranno presentati l'11 luglio a Milano i palinsesti La7 per la stagione 2023-2023. Si attendono diverse novità, dalla nuova conduzione de L'Aria Che Tira al futuro di Giletti, fino al ruolo di Massimo Gramellini.

11 Luglio
12:57

Urbano Cairo: "Il riposizionamento di Rete4 non ci preoccupa, abbiamo la nostra linea"

L'ultima domanda è relativa al riassetto di alcune reti della concorrenza e lo sforzo di Mediaset nell'andare ad occupare spazi editoriali eventualmente interessanti proprio per La7. Su questo Cairo non si dimostra preoccupato:

Noi abbiamo una linea da molto tempo, poi se qualcuno si riposiziona, come accaduto con Rete4, noi non abbiamo problemi. Il loro riposizionamento va avanti da 5 anni, teniamo in considerazione tutti con grande rispetto, ma noi teniamo il punto, perché è una linea con frutti interessanti, un target di alta qualità. Se siamo riusciti a far cose buone in questi dieci anni con equilibrio è perché il palinsesto ha generato ascolti di qualità apprezzati dal mercato pubblicitario. Facciamo integrazioni, come Gramellini appunto e personaggi che sviluppano l'approfondimento culturale, passaggi che possono far nascere dei progetti. Siamo contenti della strada intrapresa e cerchiamo di migliorare sempre la nostra strategia.

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
12:50

Cairo: "I reality? Non sono per noi. Con Fazio nessun contatto"

Una domanda al presidente Cairo su eventuali contatti con Fabio Fazio in uscita dalla Rai: "Ho avuto un contatto con lui anni fa, lo incontrai con Caschetto a casa sua. Si fecero ipotesi, cui non demmo seguito. Era una conoscenza più che altro. In questa occasione non ci siamo sentiti e non abbiamo avuto alcun tipo di contatto".

Poi si parla di reality e delle dichiarazioni di Pier Silvio Berlusconi, che vorrebbe allentare su quel genere: "Sui reality, diciamo che è evidente siano una cosa lontana da noi, non siamo entrati in quel segmento. Non so cosa farà Pier Silvio Berlusconi, rinunciare ai reality non è facile, quando fai certi ascolti è complesso. Probabilmente è un suo desiderata prendere le distanze da quel genere. È come quando i settimanali iniziarono a fare un uso eccessivo dei gadget e non fu facile prendere le distanze. Ma era una cosa non bella, succedeva che i gadget rendevano moltissimo, tu vendevi molte copie e ti sembrava di avere un giornale molto sano. Il direttore non era così attento e avveduto nel rendersi conto che le copie erano motivate più dal gadget che dal prodotto editoriale". 

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
12:45

Cairo parla da presidente del Torino: "Le follie saudite sul mercato? Cosa positiva, credo rientrerà"

Inevitabile una domanda al Cairo presidente del Torino, su uno dei temi più impellenti del calcio, ovvero l'ingresso a gamba tesi dei sauditi nel mercato (ultimo esempio il caso Milinkovic): "Lo ritengo positivo. Inietta nel calcio risorse da investire e immettere nel mercato del proprio paese. Non mi pare molto diverso da quanto accadde anni fa con la Cina e anche con alcuni paesi dell'est europeo. Mi pare una cosa destinata prima o poi a rientrare".

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
12:39

Cairo: "La7 non sta facendo cambiamenti, mantiene una sua filosofia"

Si parla di un bilancio delle novità di questa stagione, in relazione a un contesto televisivo molto in movimento in questa stagione. Parla ancora Cairo: "Abbiamo fatto ragionamenti insieme con Merlino per eventuale prime time, rendendoci conto che lo spazio fosse molto angusto e che potesse non andare bene. Giletti ha fatto con noi 6 anni e il giudizio è positivo, mentre Gramellini è un volto eccellente della Tv e Parenzo, al mattino con L'Aria Che Tira, può darci una trasmissione molto frizzante. Quanto agli approfondimenti culturali trovo sia una direzione molto precisa e strategica, anche molto apprezzata potenzialmente dai giovani. Siamo una rete che non sta facendo cambiamenti, che mantiene la sua filosofia e credo questo possa darci risultati interessanti per l'autunno". 

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
12:19

Ipotesi Milena Gabanelli a La7, Cairo: "Mi piacerebbe molto, ma deve volerlo lei"

Immagine

Tra le domande dei giornalisti la curiosità su un ipotetico programma da affidare a Milena Gabanelli, per un ritorno in Tv definitivo a diversi anni di distanza dal suo addio a Report. Cairo: "Se la Gabanelli volesse tornare in Tv sarei l'uomo più felice del mondo perché è una grande giornalista, in tutti i sensi e su tutte le piattaforme. Vediamo, ma Milena ha delle idee molto precise, deve essere lei a volerlo". 

Altro aspetto interessante riguarda i margini di crescita di La7d: "C'è grande potenzialità, vero che sta facendo ottimi ascolti, ma dovrebbe fare almeno il doppio, un potenziale da mettere in campo. Salerno e i suoi collaboratori sono in pista, abbiamo in serbo qualcosa". 

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
12:09

Cairo scarica Massimo Giletti: "Rapporti restano ottimi, se andrà alla Rai non sarà una sòla"

Immagine

Inevitabile una domanda sui rapporti con Massimo Giletti, dopo il caos seguito alla chiusura anticipata di Non è l'Arena. Urbano Cairo: "Per me siamo in buonissimi rapporti, eccellenti nei sei anni in cui ha lavorato qui. Un rapporto che io sento ancora positivo. Il contratto con lui sarebbe terminato dopo poco dalla sospensione, quindi non è che sia cambiato molto. Voglio sperare che i rapporti belli che avevamo si siano mantenuti. Rapporti che lui ha citato più volte ringraziandomi per l'autonomia che aveva, per cose personali che non sto qui a citare. Per me i rapporti sono inalterati".

Sulla notizia della sua testimonianza all'inchiesta di Firenze in relazione alla presunta foto di Berlusconi in compagnia del boss Graviano, che avrebbe portato alla sospensione di Giletti secondo alcune ricostruzioni giornalistiche, Cairo, non aggiunge commenti: "Non ho reso noti comunicati in merito e preferisco non aggiungere altro".

Sul passaggio eventuale di Giletti alla Rai: "Sarebbe tutt'altro che una sola, secondo me Giletti è un animale televisivo raro. Con noi ha fatto i primi due anni ottimi, poi come tutti i prodotti c'è un momento di lancio e poi di declino, ma lo ritengo una persona di alto livello e assolutamente capace dal punto di vista televisivo".  

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
12:01

Cairo smentisce ipotesi acquisto Mediaset: "Impossibile e mai l'avrei fatto, visti i rapporti con Berlusconi"

Immagine

Urbano Cairo risponde a una domanda relativa a un suo potenziale interessamento all'acquisizione di Mediaset, dopo che mesi fa si era parlato di una presunta cordata, con lui alla testa, interessata al gruppo di Berlusconi: "Ho già citato Berlusconi, ho avuto la fortuna di lavorare con lui per quasi 15 anni, c'era un rapporto personale e molto bello, mi è molto dispiaciuto. Per quel che riguarda Mediaset, mi è molto dispiaciuto che sia uscita a inizio maggio una notizia in cui si ipotizzava una cordata italiana in cui andrei a prendere consigli per questa cordata da Walter Veltroni. Mi è sembrata una cosa come minimo traballante, tutto credo possa fare Veltroni, tranne che l'organizzatore e concepitore di un progetto che vada a prendersi Mediaset. Da lì molte cose sono state ricicciate e mi è dispiaciuto molto, soprattutto perché era l'ultima cosa alla quale avrei pensato". E aggiunge: "Volendo entrare in uno specifico finanziario, è che Mediaset non è nemmeno un'azienda contendibile, oltre al fatto che non ci penserei mai nel momento in cui una persona a cui sono stato legato ha problemi di salute. Inoltre ho sempre avuto grande simpatia per Pier Silvio, che conosco da quando aveva 12 anni".  

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
11:50

David Parenzo sostituisce Myrta Merlino a L'Aria Che Tira

Immagine

Inevitabile l'interesse per le sorti de L'Aria che Tira, uno dei programmi principali del palinsesto della rete da 12 anni. Chiusa la stagione di Myrta Merlino, che passerà a Canale 5 per condurre Pomeriggio 5, per il programma del mattino arriva la sostituizione fisiologica di David Parenzo, che in passato aveva già sostituito temporaneamente la conduttrice.

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
11:49

Lingo confermato, Caterina Balivo torna in Rai. Ancora nessun nome in sostituzione

Immagine

Tra gli elementi di interesse della prossima stagione di La7 la conferma di Lingo, il quiz condotto nella scorsa stagione da Caterina Balivo, conduttrice che nel frattempo è tornata in Rai, dove presenterà un programma nel pomeriggio di Rai1. Sulla sua sostituzione non ci sono ancora novità: "Non sappiamo ancora chi condurrà e non abbiamo ancora confermato Lastrico o Capua".

A cura di Eleonora D'Amore
11 Luglio
11:46

Barbara D'urso a La7? Urbano Cairo smentisce: "Grande professionista ma nessun contatto"

Immagine

Tra le domande dei giornalisti anche quella di contatti eventuali con Barbara D'Urso, che Cairo smentisce: "Con Barbara D'Urso non abbiamo avuto alcun contatto, pur essendo un'eccellente professionista". Il patron smentisce anche contatti con Lucia Annunziata per un suo eventuale passaggio a La7 dopo addio alla Rai.

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
11:42

Alessandro Barbero a La7, per lui un nuovo programma di approfondimento

Immagine

Tra le novità anche l'arrivo di Alessandro Barbero, con uno spazio suo dedicato naturalmente alla storia, in linea con l'intenzione di andare nel verso dell'approfondimento culturale. Ci sarà anche la novità di Alberto Nerazzini, giornalista che ha lavorato negli anni con PiazzaPulita, con una serie di appuntamenti dedicati al giornalismo di inchiesta insieme a Corrado Formigli.

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
11:39

Chiusa Non è l'Arena di Massimo Giletti, in Rai aleggia il suo nome

Dopo la chiusura di Non è l'Arena di Massimo Giletti su La7 sono arrivati i chiarimenti di Urbano Cairo: "Giletti ha condotto in 6 anni 194 puntate di ‘Non è l'Arena', dove ha potuto trattare in totale libertà tutti gli argomenti che ha voluto, inclusi quelli relativi alla mafia sulla quale ha fatto molte puntate, con tutti gli ospiti che ha voluto invitare". Poi, un augurio che, almeno all'apparenza, sembra suggerire un futuro per Giletti lontano da La7: "Gli auguro di trovare la stessa libertà incondizionata nella sua prossima esperienza televisiva o di altro genere". Il nome del conduttore infatti aleggia proprio nei corridoi di Viale Mazzini ormai da mesi e Roberto Sergio, nel corso della presentazione palinsesti, ha nuovamente confermato che non è esclusa la possibilità di una collaborazione. Per Giletti si parlerebbe di un ritorno in Rai dopo un'uscita abbastanza infelice nel 2017.

A cura di Eleonora D'Amore
11 Luglio
11:37

Massimo Gramellini a La7, prima serata al sabato e un'intervista alla domenica

Immagine

"Un palinsesto che va molto nella continuità", spiega Cairo, "molti i programmi vengono confermati, perché hanno avuto importanza nel dare identità alla rete. Mentana, Otto e mezzo, DiMartedì, Atlantide, PiazzaPulita, Propaganda Live, Eden e tutti i programmi della giornata come Omnibus, Coffee Break, L'Aria Che Tira, Tagadà, Il Novecento". Poi le novità, la prima è l'arrivo di  Gramellini: "Un proigramma al sabato sera dopo il Tg, alle 20.40 per tutta la serata fino alle 23.15. La domenica ancora Gramellini con un Faccia a faccia con un personaggio del momento. Poi In Onda". Gramellini va dunque a ricoprire a La7 uno spazio simile a quello che aveva su Rai3, più lo spazio domenicale

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
11:33

Myrta Merlino confermata a Pomeriggio 5 al posto di Barbara D'Urso

Myrta Merlino ha lasciato L'Aria che tira su La7 ed è passata ufficialmente a Mediaset, prendendo il posto di Barbara D'Urso a Pomeriggio 5. La conduttrice ha ringraziato Pier Silvio Berlusconi e chiarito quale sarà la nuova linea del contenitore pomeridiano di Canale5 che continuerà la sua sfida con La vita in diretta di Alberto Matano su Rai1: “La parola gossip non mi appartiene. Mi piace di più la parola ‘scoop’, condividere con il pubblico notizie esclusive anche su temi da tabloid, certamente. Penso che le cosiddette soft news siano in realtà una cosa molto seria e che vadano trattate con attenzione e rigore. Lo faremo, con personaggi di spettacolo, temi e fatti di costume, il racconto anche del bello che c’è nel mondo. Una sfida che mi appassiona. Il nostro sarà un rotocalco con tante sfaccettature e tutti i colori della vita”.

A cura di Eleonora D'Amore
11 Luglio
11:31

Urbano Cairo: "Nostro decimo anno a La7, prima Telecom perdeva 120 milioni"

Immagine

"Siamo a 10 anni di La7", dice Urbano Cairo, dando il via alla conferenza stampa di presentazione dei palinsesti La7 2023-2024. Era infatti il luglio 2013 quando il suo gruppo acquisiva da Telecom l'emittente, che in questa decade si è stabilizzata: "Subentrammo in una rete che era già bellissima, ma aveva problemi economici importanti, con perdite per 120 milioni nell'ultimo anno di proprietà Telecom. Siamo entrati, cambiando un po' di cose senza licenziamenti, anzi abbiamo assunto molto, eravamo 420 e oggi siamo quasi 500 persone. Siamo intervenuti su situazioni di eccessi e sprechi, facendo qualche cambiamento di palinsesto per cercare di cogliere le opportunità del momento, con buonissimi risultati e mantenendo un certo tipo di livello".

Cairo sottolinea la rilevanza di stare sul mercato solo con una rete, ricordando Berlusconi ai tempi in cui lavorava con il Cavaliere: "Lui diceva che per competere con la Rai che aveva tre reti, avevamo bisogno di tre reti. noi siamo qui che competiamo non solo con Rai e Mediaset, ma anche con Sky, Tv8, Nove. Lo facciamo con una sola rete. Quella giusta considerazione di Berlusconi, non è valida oggi. Lo facciamo senza avere alcun tipo di aiuto, né abbonamenti né canone".

A cura di Andrea Parrella
11 Luglio
11:10

Le novità dei palinsesti La7 per la prossima stagione oggi in diretta streaming

Immagine

C'è una certa attesa per la presentazione dei palinsesti La7 per la prossima stagione. La rete di proprietà di Urbano Cairo vivrà una stagione di cambiamenti, legati soprattutto all'addio di Myrta Merlino, che dopo 12 stagioni ha lasciato L'Aria che tira per passare a Mediaset e condurre Pomeriggio 5 e che sarà probabilmente sostituita da David Parenzo; attesa anche al destino di Massimo Giletti. Il conduttore, dopo cinque stagioni alla corte di La7, è stato sospeso con il suo programma Non è l'Arena lo scorso aprile. Ancora sotto contratto con l'emittente, non è chiaro se ci sarà spazio per lui nella prossima stagione. Si attende, inoltre, di sapere cosa farà Massimo Gramellini, che lasciato Rai3 per approdare proprio alla corte di Cairo.

A cura di Andrea Parrella
2 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views