83 CONDIVISIONI

Clarissa Burt sui tradimenti di Francesco Nuti e Massimo Troisi: “Non mi capacitavo”

A “Oggi” racconta i suoi due più grandi amori: “Mi dicono che sono una delle donne più desiderate d’Italia, io sto con te e tu mi tradisci?” Non sono abbastanza, concludevo”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
83 CONDIVISIONI
Immagine

C'è stato un tempo in cui Clarissa Burt ha rappresentato stata la donna ‘americana' per eccellenza agli occhi degli italiani. Attrice, top model, poi imprenditrice, oggi Clarissa Burt ha 63 anni ed ha attraversato le più diverse stagioni della vita. A "Oggi" fa il punto e si racconta, tra i due grandi amori della sua vita come Francesco Nuti e Massimo Troisi, i loro tradimenti: "Non mi capacitavo. “Mi dicono che sono una delle donne più desiderate d’Italia, io sto con te e tu mi tradisci?” Non sono abbastanza, concludevo". Ma su Massimo Troisi precisa: "È stato tanti anni fa e io lo amo lo stesso. Sono legata alla sua famiglia e non rispondo a certe domande per rispetto. Don Alfredo, suo padre, mi diceva: “Quando vedo a te, vedo a mio figlio”. Massimo manca, manca tanto".

Il racconto di Clarissa Burt

Su Massimo Troisi, Clarissa Burt racconta i tre anni più belli della sua vita. Ma con lui è finita troppo presto: "È stato il più grande amore della mia vita. Siamo stati insieme per tre anni, da novembre dell’88. Io facevo la donna di casa: cucinavo, preparavo le torte, mi prendevo cura di lui. Massimo era molto dolce, e abitudinario. Si svegliava sempre alla stessa ora. Faceva il caffè, leggeva il giornale e si metteva a scrivere, scriveva tanto… Ma ci sono rapporti per una stagione e rapporti per la vita. Quello con Massimo, evidentemente, era per una stagione". Girava la storia che Massimo Troisi l'avesse conquistata con della legna:

Ci incontrammo a una cena e io mi lamentai perché, nel residence dove abitavo, non avevano ancora acceso il riscaldamento. “Ma c’è un camino”, dissi. Il giorno dopo, mi trovo sotto casa un furgoncino carico di legna e un biglietto di Massimo: “Per tenerti al caldo”. Più o meno diceva così.

E su Francesco Nuti: "Non ho contatti, vivo negli Stati Uniti ormai da 17 anni. Sono molto addolorata per lui, perla sua condizione sofferta. Io ricordo un uomo intelligente e pieno di vita, non ci si annoiava mai. Facevamo coppia già prima di girare il film, quando poi è uscito non lo eravamo più. Pensi che comprai il biglietto per andarlo a vedere ed ero io la protagonista".

Il dramma della depressione

Clarissa Burt ha anche affrontato il dramma della depressione: "Nel mio lavoro ho incontrato donne bellissime e sofferenti: droga, alcol, relazioni sbagliate. Io facevo leva soltanto sul mio aspetto fisico e sugli apprezzamenti degli altri, ma non pensavo di meritare il successo. A 26 anni ho affrontato la prima grande depressione, poi ho imparato dalla mia esperienza e dai miei errori: ora voglio mettere al servizio degli altri quello che ha funzionato per me".

83 CONDIVISIONI
Clarissa Burt ricorda Massimo Troisi: "Ci lasciammo perché insieme si sta in due, non in 200"
Clarissa Burt ricorda Massimo Troisi: "Ci lasciammo perché insieme si sta in due, non in 200"
La vita privata di Massimo Troisi: Jo Champa, Clarissa Burt e l'ultima compagna Nathalie Caldonazzo
La vita privata di Massimo Troisi: Jo Champa, Clarissa Burt e l'ultima compagna Nathalie Caldonazzo
Clarissa Burt: "Mio padre mi picchiava, per questo ho sofferto di ansia e depressione"
Clarissa Burt: "Mio padre mi picchiava, per questo ho sofferto di ansia e depressione"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni