471 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Carlo Conti a Sanremo 2025: “Sarà affiancato da Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni”

TvBlog rivela che la prossima edizione del Festival di Sanremo, nel 2025, sarà affidata a Carlo Conti. Il conduttore già al timone della kermesse per tre anni, dovrebbe essere affiancato da Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello, suoi amici e colleghi storici. L’indiscrezione.
A cura di Gaia Martino
471 CONDIVISIONI
Immagine

Carlo Conti sarebbe il prescelto per il dopo Amadeus al Festival di Sanremo 2025. Tvblog fa sapere che la conduzione della kermesse, il prossimo anno, dovrebbe essere affidata al conduttore de I Migliori Anni: accanto a lui due cari amici e colleghi di lunga data, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni.

L'indiscrezione su Carlo Conti a Sanremo 2025

Nel toto nomi per la prossima edizione della kermesse canora si è sempre posizionato tra i primi: Carlo Conti, stando a quanto rivela TvBlog, dovrebbe essere il prossimo conduttore del Festival di Sanremo 2025. Non si tratterebbe della prima volta per lui che ha già ricoperto il ruolo di presentatore e direttore artistico nelle edizioni 2015, 2016 e 2017. Si legge che potrebbe essere affiancato da Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni, suoi cari amici e colleghi di lunga data.

L'indiscrezione arriva poche ore dopo l'intervista a Conti pubblicata dal Corriere. Il conduttore sulla possibilità di rivederlo sul palco dell'Ariston aveva scherzato: "Non so se ho ancora l’orecchio musicale giusto", le parole.

"Non chiuderei mai Sanremo alle 2 di notte"

Carlo Conti nell'intervista al Corriere ha parlato del Festival di Amadeus sottolineando che per lui sarebbe impossibile ‘replicare il 74,1 % di share' raggiunto dal collega. "Ma io non potrei mai replicarlo, non arriverei alle 2 di notte (ride, ndr)! Amadeus ha fatto un grande lavoro, ma non si può ragionare sui precedenti, altrimenti dopo Baudo non lo avrebbe dovuto fare più nessuno", il commento prima di ricordare la sua esperienza alla kermesse. "Il Festival è tornato ai vecchi fasti. Qualcuno dice che sono stati i miei a farlo ripartire. Io questi meriti non me li prendo: l’unico è aver avuto la fortuna di trovare tra le nuove proposte Mahmood, Irama, Gabbani e Ermal Meta, Nigiotti, Caccamo" ha concluso.

471 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views