Mostra del cinema di Venezia 2022
5 Settembre 2022
11:18

Brendan Fraser si commuove a Venezia, 6 minuti di applausi per The Whale: “Interpretazione da Oscar”

Una standing ovation di sei minuti che ha emozionato lo stesso attore, che ha lasciato la Sala Grande di Venezia 79 in lacrime.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Mostra del cinema di Venezia 2022

Una standing ovation così, non l'aveva mai ricevuta. Brendan Fraser, storico indimenticabile Rick O'Connell, protagonista della trilogia de La Mummia, ha ricevuto un'ovazione lasciando la Sala Grande di Venezia 79 in lacrime. La sua interpretazione in "The Whale", il nuovo film di Darren Aronofsky tratto dall'opera teatrale di Samuel D.Hunter, ha trovato tante critiche positive ed entusiastiche. Sono stati sei minuti di grandissima emozione.

La storia di The Whale

Un gay sovrappeso alla fine dei suoi giorni che vuole riallacciare i rapporti con sua figlia. E questa la trama del film ed è questo il personaggio che probabilmente rischia di portare il Leone d'Oro all'attore che si è prestato a una interpretazione assolutamente inedita. Si chiama Charlie, è un professore d'inglese che vive rinchiuso nel suo piccolo appartamento, ogni giorno più piccolo considerata la mole da trecento chili nella quale vive. La morte dell'uomo che amava lo ha spinto oltre ogni limite, ingozzandosi di cibo senza limiti. Quando capisce che anche per lui sta arrivando la fine, proverà a riallacciare i rapporti con la figlia adolescente (Sadie Sink, la Max di Stranger Things) che ha abbandonato dieci anni prima, per poter vivere il suo amore liberamente.

Le reazioni

Le reazioni da Venezia sono tutte entusiastiche. Il regista Darren Aronofsky ha spiegato: "Sono tempi duri per il pianeta terra e a questo punto della mia vita voglio fare solo due cose: portare attenzione e amore nei confronti della madre terra e ricordarci come cittadini di mostrare la nostra umanità". La critica sulla stampa internazionale, per adesso, è anche divisa: per Collider, è un film "inorganico, ingannevole e manipolativo. Le sue lezioni sono semplicistiche". Per il Morning Post è "un film trionfante" che ha iniziato la sua "corsa agli Oscar".

78 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni