Si è costituita l'automobilista che la sera dello scorso sabato 14 novembre ha travolto Gabriel, un ragazzo a bordo del suo scooter nella Galleria Giovanni XXXIII a Roma, rimasto gravemente ferito e che ora lotta tra la vita e la morte, ricoverato presso il Policlinico Agostino Gemelli di Roma. La ragazza, di ventitré anni, nella mattinata di oggi, martedì 17 novembre, si è presentata in caserma spiegando ai carabinieri di essere lei ad aver urtato con la sua Fiat 500 il Kymco Agility del giovane. La ragazza ha spiegato ai militari di aver atteso prima di farsi avanti perché non era sicura di ciò che era realmente successo e che aveva paura di cosa le sarebbe accaduto, ma di aver poi trovato il coraggio per raccontare tutto. I carabinieri hanno ascoltato la sua versione dei fatti e l'hanno denunciata per lesioni stradali e omissione di soccorso. Sul caso indaga la polizia locale di Roma Capitale, che ha svolto i rilievi scientifici.

L'appello dei genitori di Gabriel a Chi l'ha visto?

I famigliari di Gabriel nelle ore seguenti all'incidente che ha coinvolto il figlio, si sono rivolti alla trasmissione Chi l'ha visto? in onda su Rai3, per lanciare un appello, per chiedere se qualcuno di passaggio abbia assistito al sinistro, di farsi avanti come testimone, per poter aiutare le forze dell'ordine a rintracciare il responsabile. "Gabriel è gravissimo, un’auto ha investito il suo motorino senza fermarsi" hanno spiegato i genitori. Poi l'automobilista, venendo a conoscenza della cosa, anche spinta dal passaparola diffuso sui social network, si è fatta avanti.

L'incidente stradale nella Galleria Giovanni XXXIII

L'incidente stradale in cui è rimasto gravemente ferito Gabriel risale alle ore 21.45 di sabato scorso ed è avvenuto prima dell'uscita su via Trionfale. La macchina ha urtato il suo scooter per cause non note e ancora in corso d'accertamento, lasciando a terra un faro e parti di un veicolo rosso, riconducibili certamente alla Fiat 500 guidata dalla ventitreenne, ora sequestrata in attesa che vengano effettuati ulteriori accertamenti. Il ragazzo, riverso sull'asfalto, è stato soccorso da un passante, che ha chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e ha chiesto l'intervento urgente di un'ambulanza, spiegando che le sue condizioni di salute erano davvero critiche. Arrivato al Gemelli, Gabriel è stato sottoposto a due delicati interventi alla testa e si trova in coma, la prognosi è riservata.