Aggiornamento: l'uomo è stato trovato morto. Sono momenti di apprensione per i famigliari e gli amici di un uomo che si è tuffato in mare ed è scomparso. Il dramma è accaduto nelle scorse ore sul litorale del Comune di Nettuno, in provincia di Roma. I soccorritori che sono sulle sue tracce cercano un trentatreenne di origini marocchine, di cui al momento non è stata resa nota l'identità e si spera di ritrovarlo vivo. Secondo le prime informazioni apprese si tratterebbe di un gesto volontario: l'uomo avrebbe avvertito la sua compagna delle sue intenzioni di togliersi la vita, prima di lanciarsi in acqua e sparire sotto alla superficie del mare mosso, all'altezza della spiaggia di Scacciapensieri. La donna ha dato l'allarme e sulle sue tracce si sono messi i militari della Capitaneria di Porto e i sommozzatori, che lo cercano in profondità, scandagliando il fondale seppur con difficoltà a causa del mare in agitazione. Nella giornata di domani è previsto un miglioramento delle condizioni meteorologiche e si spera in una migliore visibilità che possa aiutare chi lo cerca. Non sono noti i motivi all'origine del gesto.

Il mare mosso rende difficili le ricerche

Le operazioni che vanno avanti dalle scorse ore sono rese difficili dalle onde e dal tramontare del sole. Presenti anche gli agenti della Polizia di Stato, i carabinieri di competenza territoriale e i vigili del fuoco. Le ricerche si sono concentrate nel tratto difronte al Santuario di Nostra Signora delle Grazie. Anche se la situazione diventa sempre più critica con il trascorrere delle ore, la speranza è di trovarlo vivo. Le forze dell'ordine hanno ricostruito la dinamica dell'accaduto ascoltando alcuni testimoni che hanno visto l'uomo lanciarsi in mare e hanno a loro volta chiamato aiuto.