Le spiagge del Lazio possono riaprire da oggi, sabato 1 maggio. Una ripartenza che però ha scatenato dubbi e perplessità: fin dall'inizio in molti hanno fatto presenti che non tutti i litorali erano pronti. E per questo motivo alcuni hanno deciso di posticipare la riapertura di qualche settimana. A Ostia, per esempio, la stagione balneare partirà il 15 maggio. Nonostante però manchino pochi giorni, molte spiagge libere versano ancora in uno stato di abbandono.

Sporcizia, rifiuti e assenza di servizi per i cittadini

"Anche quest'anno confidiamo in un intervento per l'accessibilità alle spiagge per le persone con le sedie a rotelle", spiega a Fanpage.it Andrea Fiorini del coordinamento cittadino accessibilità. Il litorale al momento infatti non è praticabile per tutti i cittadini. Nonostante siano state installate le passerelle, l'accesso presenta molti ostacoli. Alla mancanza di servizi, si abbina poi la sporcizia e i rifiuti: "Le spiagge lasciano un po' a desiderare – racconta un altro cittadino a Fanpage.it – poi magari nei giorni seguenti la situazione migliorerà".

Il Comune ha solo due settimane di tempo per riuscire a correre ai ripari e offrire spazi migliori alla popolazione. Nonostante i proclami della sindaca Virginia Raggi, molti cittadini avvertono un senso di sfiducia e lamentano un totale disinteresse da parte dell'amministrazione. "Le spiagge libere in concessione sono pulite, quelle in gestione al Comune invece lasciano un po' a desiderare". E proprio per questo motivo, in tanti chiedono una gestione più costante e presente soprattutto perché  "é un bel litorale e andrebbe valorizzato".