Una serata difficile quella di ieri – sabato 24 aprile – nel centro di Roma, dove in alcuni momenti e in alcune piazze sono completamente saltate le norme anti contagio nonostante la chiusura dei locali alle 18.00. In via della Pace, dove si trova lo storico Bar del Fico, è addirittura intervenuta la polizia in assetto antisommossa per disperdere i giovani che si trovavano assembrati sulla strada, con qualche momento di tensione. Nel pomeriggio di ieri è stata anche chiusa via del Corso per la troppa folla e sono state transennate quattro piazze di Trastevere (piazza Santa Maria in Trastevere, piazza San Calisto, piazza Trilussa e piazza San Cosimato).

Trastevere: vigili aggrediti e insultati

Un grave episodio è avvenuto nella serata di venerì in piazza San Calisto, dove due vigili sono stati aggrediti e insultati nel corso dei controlli resisi necessari per far rispettare le norme anti contagio. I due caschi bianchi erano intervenuti per disperdere un assembramento e in particolare avevano richiamato due ragazzi intenti a bere senza mascherina. Questi ultimi hanno opposto resistenza ai controlli facendo scattare il parapiglia. Due ragazzi di 20 e 22 anni sono stati denunciati per resistenza e oltraggio, oltre che sanzionati per non aver rispettato la normativa anti contagio.

Virginia Raggi: "Comportamenti di una gravità inaudita"

Sul caso è intervenuta anche la sindaca Virginia Raggi. La prima cittadina ha espresso solidarietà ai vigili aggrediti e invitato a non abbassare la guardia con una condotta inadeguata alla gravità della situazione sanitaria: "Comportamenti di questo tipo sono inaccettabili oltre che di una gravità inaudita. Non abbassiamo la guardia e rispettiamo le regole".

Lazio in zona gialla: da domani stretta nelle piazze della movida

Domani varchi e controlli nelle zone della movida con la riapertura di bar e ristoranti fino alle 22.00. Attenzionati Piazza Bologna, piazza Campo de Fiori, Trastevere, San Lorenzo e Pigneto, con presidi fissi di forze dell'ordine per monitorare la situazione e intervenire in caso di assembramenti.

Alessio D'Amato: "Zona gialla non è libera tutti"

L'assessore alla Regione Lazio Alessio D'Amato ha ribadito la necessità di non abbassare la guardia anche con le nuove regole e le prime parziali riaperture. "Bisogna continuare a mantenere massimo rigore nei comportamenti, l'ingresso in zona gialla non è un tana libera tutti", ha sottolineato D'Amato.