Metteva foto provocanti online per cercare clienti, concordare un rapporto sessuale e prendere appuntamenti nei b&b di Roma che gli avrebbero fruttato del denaro. Non a prestazione eseguita però: perché nella stanza d'albergo gli uomini non trovavano la ragazza che avrebbero dovuto incontrare, ma un 37enne egiziano, pronto a rapinarli dietro minaccia di un coltello. E si sa, molti uomini non vanno a denunciare questo tipo di rapine: alcuni di loro hanno una compagna, una moglie, o semplicemente non vogliono si sappia in giro che pagano per fare sesso. L'ultima rapina però, al 37enne è andata male: la sua vittima è riuscita a fuggire e ha chiamato i carabinieri, che sono riusciti a entrare nell'albergo e hanno arrestato l'uomo.

Il 37enne aveva dato appuntamento al cliente (adescato con foto false messe su un sito) in un b&b di Castro Pretorio. Quando la sua vittima è arrivata, il 37enne ha fatto finta di scortarlo verso la stanza, facendogli credere che all'interno c'era la ragazza. Una volta dentro, ha chiuso la porta a chiave impedendogli di uscire e minacciandolo con un coltello. Prezzo per uscire da questa disavventura: 50 euro. Il ‘cliente' non ha però voluto pagare ed è riuscito a scappare. Dopodiché ha chiamato i carabinieri, chiedendogli di intervenire. I militari sono arrivati poco dopo, e sono riusciti a intervenire solo con l'ausilio dei Vigili del Fuoco. Il 37enne, infatti, si rifiutava di aprire la porta. Quando le forze dell'ordine sono entrate nella stanza lo hanno trovato dentro, insieme al coltello usato per minacciare la vittima. L'uomo è stato arrestato, mentre l'arma sequestrata.