Vittima del Covid e di un furto in casa per mano di ladri che, appreso della sua scomparsa, sono entrati all'interno della sua abitazione e l'hanno svaligiata. Succede a Ferentino, Comune in provincia di Frosinone. A riportare la triste notizia La Repubblica. Alessandro Ludovici era ricoverato da giorni all'ospedale Spaziani nel capoluogo ciociaro, dopo essere risultato positivo al coronavirus e averne manifestato i sintomi. Le sue condizioni di salute sono purtroppo precipitate ed è deceduto domenica scorsa 22 novembre, all'età di novant'anni.

Derubato durante i suoi funerali

L'uomo era molto conosciuto in zona e la comunità si è stretta intorno al dolore della famiglia per la perdita subita. Ma durante i funerali, che sono stati celebrati a partire dalle ore 15.30 del giorno seguente alla Cattedrale dei Santissimi Giovanni e Paolo, approfittando dell'assenza dei parenti, i ladri sono entrati furtivamente all'interno della sua abitazione. Hanno cercato dappertutto, rovistando nei cassetti e portandosi via alcuni oggetti di valore che per i famigliari avevano un significato affettivo e che gli ricorvano il proprio caro. Un'amara sorpresa una volta che, terminate le esequie e detto addio al proprio caro, i parenti sono entrati all'interno dell'abitazione.

Sul caso indagano le forze dell'ordine

Appresa la notizia, che si è rapidamente diffusa a Ferentino, l'accaduto ha suscitato l'indignazione dei cittadini, per un gesto vigliacco e senza pietà compiuto nei confronti di un defuto e una violenza nei confronti dei famigliari già profondamente scossi dalla perdita del proprio caro, invasi nella propria sfera privata e che si sono visti portar via ricordi del nonno ai quali erano particolarmente legati. Sul caso dopo la denuncia dei famigliari indagano le forze dell'ordine, che hanno svolto gli accertamenti di rito all'interno dell'abitazione, ascoltato alcune persone e cercheranno di risalire ai responsabili.