Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Macabro ritrovamento in un bosco a Genzano: un uomo stava facendo trekking quando ha trovato dei resti umani e pezzi di bara in una zona nei pressi del cimitero. A quanto si apprende, tra i resti ci sarebbero numerose ossa, un tronco mummificato e molte bare antiche, di cui non è ancora chiara la provenienza (anche se non è escluso che vengano dal vicino cimitero). Il passante che ha rinvenuto i resti ha chiamato subito il 112 e dato l'allarme, preoccupato di quanto trovato nel bosco. In poco tempo tutta l'area si è riempita di forze dell'ordine e operatori sanitari. Sul posto sono infatti giunti i carabinieri di Genzano, i Vigili del Fuoco, gli Agenti della Polizia Locale e il personale della Asl Roma 6 per indagare sui resti e recintare l'area per effettuare tutti i rilievi del caso.

Resti umani nel bosco di Genzano: indagini in corso

Indagini sono in corso per risalire all'origine dei resti, mentre l'area è stata posta sotto sequestro per ulteriori rilievi che saranno effettuati nei prossimi giorni. I resti sono stati intanto inviati all'Istituto di medicina legale di Tor Vergata dove sarà effettuato l'esame del Dna per capire di chi sono e da dove provengono. Sul posto anche il sindaco di Genzano, Carlo Zoccolotti, e l'assessore al Bilancio, Luca Lommi. Molto probabilmente nei prossimi giorni si cercherà di capire – anche con altri sopralluoghi – se vi siano altri resti umani nel bosco o se siano limitati a quelli ritrovati oggi dal passante. Da capire anche a chi appartengano, anche se – visto il ritrovamento delle bare – è probabile provengano dal cimitero che si torva proprio vicino al bosco.