È cominciata oggi la vaccinazione delle persone con più di ottant'anni. I primi 90 vaccini anti-covid sono stati somministrati all'ospedale San Camillo di Roma ai pazienti over 80 e proseguiranno negli hub per le persone in regime di ricovero e day-hospital. In totale sono 460mila le dosi destinate agli ultraottantenni: a somministrarle, saranno anche i medici di medicina generale. La Regione Lazio ha precisato che "in totale nella regione oggi saranno superate le 90 mila dosi somministrate" e che "l'attività sta tenendo conto delle dosi necessarie per i primi richiami che inizieranno a metà mese". "Il commissario Arcuri – ha spiegato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato – oggi ha garantito che presto verranno allineati i dati in tempo reale con l'anagrafe vaccinale regionale colmando il differenziale esistente".

Il patentino per le persone vaccinate

Secondo quanto anticipato da Il Messaggero, l'assessorato regionale alla Sanità insieme ai dirigenti dell'Unità di Crisi Covid e i direttori generali delle Asl starebbero pensando a un patentino per le persone che si sono vaccinate contro il Covid nel Lazio. Obiettivo, quello di rendere più semplici gli spostamenti delle persone vaccinate, che potranno così spostarsi anche al di fuori della propria regione di appartenenza. L'iniziativa dovrebbe partire a febbraio. Come ottenere il patentino? Bisogna scaricare un documento sul sito ‘Salute Lazio' oppure accedere con le credenziali Spid tramite l'app dedicata. Chi ha fatto il vaccino e ottenuto l'immunità, potrà scaricarla. L'ipotesi è che, oltre a spostarsi fuori regione, il patentino potrebbe servire anche per entrare nei cinema e sui mezzi pubblici.