450 CONDIVISIONI
3 Maggio 2022
18:22

Costringevano agenzie pompe funebri a pagare anche 100 euro a salma: arrestati tre dipendenti Asl

Le indagini sono partite nel 2019 dalla denuncia del titolare di un’agenzia di pompe funebri. I tre dipendenti della Asl li costringevano a pagare dai 20 ai 100 euro a salma.
A cura di Natascia Grbic
450 CONDIVISIONI

Pretendevano dai venti ai cinquanta euro a salma, a volte anche cento. In gergo lo chiamavano ‘il caffè', ma altro non era che una somma chiesta in modo illegittimo ai titolari delle agenzie delle pompe funebri, costretti a pagare tre dipendenti della Asl ogni volta che qualcuno moriva nel territorio di Frosinone. Questi tre dipendenti, due operatori tecnici necrofori e un'ausiliaria specializzata, sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri della locale compagnia coordinati dalla Procura. Sono indagati per concorso in concussione continuata. Secondo l'accusa, da anni vessavano i titolari delle agenzie di pompe funebri, costringendoli a pagare per ogni persona deceduta nel territorio della Asl. Una vera e propria costrizione, a cui alcuni di loro a un certo punto hanno deciso di dire basta.

Pretendevano soldi per la gestione dei cadaveri: da 20 a 100 euro per una salma

Le indagini coordinate dalla Procura e condotte dai carabinieri di Frosinone sono partite a dicembre 2019. Tutto è cominciato quando il titolare di una nota agenzie funebre del capoluogo ha deciso di denunciare i tre, raccontando agli investigatori il clima in cui lui e molti suoi colleghi erano costretti a lavorare. Dalle indagini è emerso che alcuni operatori della camera mortuaria chiedevano denaro – sotto forma di regalie – ai lavoratori delle pompe funebri per la ‘gestione della salma': un vero e proprio giro d'affari, considerano che la Asl di Frosinone gestisce tra i mille e i duemila decessi l'anno. I tre, adesso, rischiano il processo, e in caso di condanna una pena da sei a dodici anni di reclusione.

450 CONDIVISIONI
Roma, facevano a pezzi i cadaveri nel cimitero di Prima Porta e chiedevano soldi ai parenti dei defunti
Roma, facevano a pezzi i cadaveri nel cimitero di Prima Porta e chiedevano soldi ai parenti dei defunti
Si rifiutano di pagare la cena da 1600 euro:
Si rifiutano di pagare la cena da 1600 euro: "Siamo Casamonica, dacci anche l'incasso". Arrestati
Prescrivono protesi inutili e le fanno pagare il doppio: arrestati per corruzione cinque dentisti
Prescrivono protesi inutili e le fanno pagare il doppio: arrestati per corruzione cinque dentisti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni