Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Come tutte le mattine era uscita a portare a spasso il cane. Un gesto quotidiano, normale, che per nessuna ragione al mondo dovrebbe far sentire una donna insicura. E invece la signora, che stava passeggiando nel quartiere Africano con il suo cagnolino, è stata aggredita alle spalle da un ragazzo di 25 anni, che dopo averla afferrata l'ha spinta contro la recinzione che delimita la strada di un terreno privato. E così l'ha iniziata a palpeggiare nelle parti intime. Spaventatissima, la donna all'inizio si è bloccata. Non riusciva a urlare, né a muoversi: a un certo punto però ha trovato la voce e ha iniziato a urlare con tutte le sue forze, facendo scappare l'aggressore e attirando le attenzioni dei passanti.

Aggredita da un 25enne, caccia all'uomo a piazza Gimma

La donna ha chiamato il 112, chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i poliziotti del commissariato Vescovio, che hanno soccorso la donna e raccolto la sua testimonianza. La 55enne è riuscita a dare una descrizione dettagliatissima dello stupratore, dopodiché la descrizione è stata diramata a tutte le volanti della zona, che si sono messe sulle tracce dell'uomo. Il 25enne è stato trovato poco dopo nei pressi di piazza Gimma. Quando ha capito che la polizia era lì per lui ha tentato di scappare, ma dopo un lungo inseguimento, operato anche con gli agenti del commissariato Fidene Serpentara, è stato bloccato. Il giovane, che già in passato aveva commesso violenza sessuale su altre donne, è stato arrestato e portato in carcere. Dovrà rispondere del reato di violenza sessuale. La donna, molto provata psicologicamente a causa dell'aggressione, fortunatamente non ha riportato ferite.