1.353 CONDIVISIONI
Coronavirus
9 Settembre 2021
13:06

Via libera in Cdm al decreto green pass: Governo estende obbligo a lavoratori di scuole e Rsa

Dal Consiglio dei ministri è arrivato il via libera al decreto legge contenente l’estensione dell’obbligo di green pass al personale esterno della scuola, dell’università e dei lavoratori delle rsa. Obbligo che si applicherà, per esempio, per il personale delle mense scolastiche e dei dipendenti delle imprese di pulizia.
A cura di Stefano Rizzuti
1.353 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge che estende l’obbligo di green pass al personale esterno della scuola, dell’università e dei lavoratori delle rsa. Durante la riunione a Palazzo Chigi è stato approvato il decreto contenente “misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario – assistenziale”. La decisione sull’ulteriore estensione dell’obbligo di certificazione verde per i dipendenti pubblici e per i lavoratori dei settori in cui il green pass è già obbligatorio viene invece rinviata alle prossime settimane.

L'estensione del green pass ad altre categorie

Secondo quanto viene riportato da alcune fonti presenti in Consiglio dei ministri e citate dall’Adnkronos, durante la riunione di Palazzo Chigi il presidente del Consiglio, Mario Draghi, avrebbe confermato che a breve ci sarà una nuova estensione dell’obbligo del green pass. Un provvedimento più ampio di quello adottato oggi e che riguarderà altri ambiti lavorativi. Il primo intervento dovrebbe essere quello riguardante tutti i luoghi in cui la certificazione verde è necessaria per accedere: bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre e piscine. Il secondo punto, quello ritenuto più critico, riguarda i dipendenti pubblici e i lavoratori delle aziende private.

Il green pass per dipendenti pubblici e lavoratori privati

Per quanto riguarda i dipendenti pubblici la decisione potrebbe essere rinviata di qualche settimana e forse slittare a fine settembre-inizio ottobre. In ogni caso resta un altro nodo da sciogliere: non è ancora chiaro se l’obbligo di green pass riguardi solamente il personale agli sportelli e che quindi ha contatti diretti con il pubblico o anche chi lavora negli uffici. Passando invece ai lavoratori delle aziende private, invece, il chiarimento riguarda non solo i settori che saranno coinvolti, ma anche la questione dei tamponi gratuiti: Confindustria ha chiesto al governo di non far pagare i test a tutti, ma le intenzioni di Palazzo Chigi sembrano quelle di rendere gratuiti i tamponi solamente per le persone più fragili.

1.353 CONDIVISIONI
27426 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni