459 CONDIVISIONI
Covid 19
7 Novembre 2021
09:56

Terza dose a tutti, in settimana la decisione del governo: “Allargheremo ad altre fasce di età”

In settimana il governo, affiancato dagli esperti della comunità scientifica, deciderà in merito all’allargamento a ulteriori fasce di età per la terza dose. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza. D’altronde, un’accelerazione sulle somministrazioni della terza dose e un ampliamento della platea di chi ne ha diritto sembra essere la via maestra per frenare la nuova ondata di contagi che sta attraversando l’Europa.
A cura di Annalisa Girardi
459 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La situazione epidemiologica in Italia al momento è migliore rispetto a quella che stanno attraversando tanti altri Paesi europei, dove l'aumento dei contagi sta costringendo ai governi a valutare nuove misure restrittive. Tuttavia, per scongiurare una situazione di quel tipo è essenziale accelerare, sia sulla vaccinazione a chi non l'ha ancora ricevuta, sia sulle terze dosi per le categorie che ne hanno diritto. E secondo il ministro della salute, Roberto Speranza, queste presto andranno non solo a categorie fragili e alla fascia più anziana della popolazione. "Somministrare la terza dose alla fascia tra i 40 e i 60 anni sarebbe già un bel risultato", ha affermato in un colloquio con il Corriere della Sera. Affermando poi che presto probabilmente si riuscirà a scendere anche al di sotto dei trent'anni. Per poi però precisare: "Ci atterremo al parere degli scienziati".

Bisognerà quindi attendere il parere della comunità scientifica, ma la direzione sembra essere quella di un allargamento generale della platea a cui somministrare la terza dose in tempi abbastanza brevi. E proprio in settimana, ha annunciato il ministro, il governo prenderà la decisione, affiancato dagli esperti, sull'allargamento a ulteriori fasce di età.

I Paesi che si sono trovati ad affrontare un serio aumento dei nuovi casi, come il Regno Unito, d'altronde hanno cercato di contenerlo proprio accelerando sulle terze dosi e ampliando le fasce di popolazione a cui somministrarla. Londra ha quindi deciso di aprire agli over 50. "Penso che a sei mesi dalla seconda dose sia opportuno favorire la terza per la platea più larga possibile", ha commentato Speranza, sottolineando che comunque "abato abbiamo superato i due milioni e 44 mila booster e segnato il record di 120 mila terze dosi in un giorno, non sono pochissime".

Insomma, in altre parole l'estensione della terza dose di vaccino è la via per frenare la nuova ondata di contagi che l'Europa sta vivendo. E quindi anche per vivere il Natale senza dover introdurre nuovamente severe restrizioni.

459 CONDIVISIONI
31617 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni