L'ondata positiva per la Lega di Matteo Salvini sembra inarrestabile: il Carroccio continua a crescere dopo le elezioni europee dello scorso 26 maggio, e sale al 35,% con un +1,4%, e il suo successo trascina il centrodestra, che sfiora il 50% delle intenzioni di voto, e raggiunge il 49,9% dei consensi. È il dato che emerge dalla Supermedia Agi/Youtrend della settimana, che vede il Movimento Cinque Stelle in ripresa rispetto alle europee con il 17,9% (+0,8%), stessa crescita registrata dal Pd, che nonostante le polemiche per il caso Csm che ha investito anche Luca Lotti, e nonostante l'insofferenza mostrata dai renziani, scontenti per le nuove nomine nella segreteria targata Zingaretti, raggiunge il 23,5% (+0,8%).

Come si diceva l'avanzata della Lega è evidente, forte anche degli ultimi successi elettorali in Sardegna, dove è stato eletto il primo sindaco verde. Ma questo risultato nel centrodestra è compensato dal calo di Forza Italia, che scende al 7,5% cedendo l'1,3 (quindi quasi esattamente la percentuale guadagnata dal Carroccio). Nella coalizione di centrodestra si segnala anche l'avanzata di Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, che si posiziona al 6,7% (+0,3%). In parallelo, l'espansione della Lega fa bene anche alla maggioranza di governo che, contando anche il recupero dei pentastellati, può contare sul 53,5% dei consensi (+2,2%). Secondo le rilevazioni effettuate da YouTrend la somma dei voti dei due partiti di governo alle elezioni europee avevano toccato il punto più basso dalla loro elezioni, 4 marzo 2018, e cioè era scesa al 51,3%. Mai durante quest'anno la somma dei voti di Lega e M5S era scesa sotto il 52%.

Nel centrosinistra, oltre al Pd è in ripresa anche La Sinistra (ex Leu) che dopo il flop delle europee sale ora all'1,9% (+0,2%). L'opposizione di centrosinistra in Parlamento complessivamente si attesta al 28,2% con un incremento dello 0,6%. Continua l'emorragia di voti per +Europa (al 2,8% con -0,3%) e Verdi (all'1,8% con -0,5%).