Le frasi di Pier Luigi Bersani sul centrodestra e sulle posizioni assunte da Lega, Fdi e Fi durante questa crisi sanitaria non sono piaciute per nulla a Matteo Salvini. Tanto che il leader della Lega arriva a definire Bersani come un “cretino” per aver detto, con quella che lui stesso definisce una “iperbole”, che se al governo ci fosse stato il centrodestra “non sarebbero bastati i cimiteri”. Oggi arriva la replica di Salvini, a Rete 4: "Dichiarazioni disgustose, un cretino. Fare polemica sulla pelle dei morti è da cretini. Scherzare su 30mila morti…”. Poi il leader leghista prosegue: “Davvero c’è qualcuno che non sta bene. Quando si fa polemica sui cimiteri vuol dire che non stai bene”. Salvini insiste, facendosi ripetere la frase pronunciata da Bersani: “Ho capito bene? A me sembra la dichiarazione di un cretino”.

Le parole di Bersani sul centrodestra

Bersani, deputato di Leu, aveva parlato durante la trasmissione di Rai3 Cartabianca: “Abbiamo visto il profilo dell’opposizione che c’è in Italia”, aveva esordito. Poi ha iniziato a parlare della gravità della situazione, anche dopo le manifestazioni del centrodestra a Roma del 2 giugno: “Detto questo, io sono di Piacenza e quel cretino che dice che il virus è un’invenzione facesse un giro in un posto in cui ci sono 950 morti. Ce ne sono due anche oggi. In un’Italia che anche ogi ha centinaia di contagiati e decine di morti”. Da qui parte l’attacco nei confronti del centrodestra, con la frase contestata da Salvini: “Allora libertà dalla mascherina? Perché questo è il messaggio che in Parlamento e fuori sta dando il centrodestra. È una coltellata al Paese. E questa gente qua, viene il dubbio che se avessero governato loro non sarebbero bastati i cimiteri. Gente che a fine febbraio diceva liberi tutti.  Su queste cose non si può scherzare”.

Bersani ritratta e Meloni attacca

Su Twitter Bersani ha condiviso il video del suo intervento in trasmissione e ha cercato di spiegare le sue affermazioni: “Chiaro che ho usato un’iperbole. Ma un ex ministro dell’interno che ridicolizza mascherine e distanziamento dopo che a pochi giorni dalla prima zona rossa chiedeva di aprire tutto si espone a un giudizio che, ripeto, per iperbole, confermo assolutamente”. Sulle parole di Bersani è intervenuta anche la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “L’odio ideologico della sinistra non si ferma nemmeno davanti ai morti”, afferma parlando di “dichiarazioni vergognose”.