4.042 CONDIVISIONI
Coronavirus
13 Ottobre 2021
21:05

Salvini chiede a Draghi di abbassare i toni: “Dobbiamo svelenire il clima”

Il leader della Lega Matteo Salvini ha incontrato il presidente del Consiglio Draghi, per discutere delle tensioni che in questo momento attraversano il Paese, a due giorni dall’entrata in vigore del green pass obbligatorio nei luoghi di lavoro: “Ci sono milioni di lavoratrici e lavoratori che non possono rimanere a casa senza lavoro e stipendio, di salute, di futuro e non di passato. Gli ho chiesto di darmi una mano a svelenire il clima”.
A cura di Annalisa Cangemi
4.042 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

A tre giorni dai ballottaggi per le amministrative, e a due dall'entrata in vigore del green pass obbligatorio nei luoghi di lavoro, pubblici e privati, il leader della Lega Matteo Salvini ha avuto un colloquio con il presidente del Consiglio Draghi: "Penso che Draghi abbia capito che il momento è delicato e ci sono tante tensioni e tutti devono contribuire a svelenirle queste tensioni. Fare cortei di parte con le bandiere rosse, insultare tizio e caio non è il bene dell'Italia", ha detto il segretario del Carroccio a margine di un evento elettorale a Latina. Lo scontro politico si è innalzato in questi ultimi giorni, a partire soprattutto a partire dalla manifestazione dei no green pass di sabato scorso, durante la quale militanti di Forza Nuova hanno assaltato e devastato la sede della Cgil a Roma.

Lega e Fratelli d'Italia hanno chiesto espressamente che lo Stato si faccia carico dei tamponi, per i quasi 3 milioni di lavoratori che per lavorare avranno bisogno della certificazione verde. Ma il governo per il momento sembra intenzionato a tenere il punto, e il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha detto che i tamponi potrebbero essere gratuiti solo per i vaccinati. "Ci sono milioni di lavoratrici e lavoratori che non possono rimanere a casa senza lavoro e stipendio, di salute, di futuro e non di passato. Gli ho chiesto di darmi una mano a svelenire il clima", ha detto ancora Salvini.

"Da sinistra continuano la caccia al nemico, l'odio, il fascista. In questo momento l'emergenza dell'Italia è il lavoro, bisogna salvare ogni posto di lavoro, ogni negozio, ogni azienda. Non si può passare il tempo a parlare di passato. Penso che abbia capito che il momento è delicato dopo tante questioni e tutti devono pensare a svelenirle. Fare cortei di parte con le bandiere rosse, attaccare Tizio e insultare Caio non è il bene dell'Italia" ha continuato, in riferimento alla manifestazione organizzata dalla Cgil, a cui aderiranno anche gli altri sindacati, e diversi esponenti della sinistra, che hanno anche chiesto con quattro diverse mozioni presentate in Parlamento lo scioglimento delle formazioni neofasciste, come appunto Forza Nuova, il cui ricorso alla violenza non è compatibile con la nostra Costituzione.

Quanto alle parole della ministra dell'Interno Lamorgese, intervenuta oggi al question time alla Camera ha ribadito: "Qualcuno dovrebbe garantire l'ordine pubblico nelle piazze, evitare gli assalti alle sedi dei sindacati e ai pronto soccorso, c'e' qualcosa che non va nella gestione dell'ordine pubblico".

4.042 CONDIVISIONI
27485 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni