672 CONDIVISIONI
28 Giugno 2021
09:09

Oggi Conte potrebbe dire addio al Movimento 5 Stelle, ultime ore per fare pace con Grillo

Giuseppe Conte annuncia ufficialmente una conferenza stampa per oggi pomeriggio alle 17:30 e tutto lascia pensare che sarà l’occasione per dire addio al Movimento 5 Stelle. Lo strappo consumato con Beppe Grillo non è stato ricucito, nonostante la mediazione di tutto il partito. L’ex presidente del Consiglio dirà la sua tra qualche ora, ma difficilmente continuerà il percorso cominciato senza avere “agibilità politica”. Resta da capire se il garante ha in serbo altre mosse in questa guerra di nervi.
A cura di Tommaso Coluzzi
672 CONDIVISIONI

Sembrava uno scenario remoto, quasi impensabile appena pochi giorni fa. Ma minuto dopo minuto, ora dopo ora, si fa sempre più concreto. Oggi pomeriggio Giuseppe Conte parlerà in conferenza stampa, forse per annunciare il suo addio al Movimento 5 Stelle, anche se – di fatto – non ne è mai stato ufficialmente capo politico. Insuperabili gli attriti con Beppe Grillo, con la telefonata di ieri tra i due che non sarebbe servita a nulla. Si è parlato di qualche spiraglio, che però sembra essersi richiuso quasi subito. Poi l'annuncio di Conte questa mattina sui suoi canali social: conferenza stampa fissata alle 17.30, difficilmente per parlare di una riconciliazione. Resta qualche ora per ricomporre i pezzi, ma l'ex presidente sembra ormai convinto a mollare.

Dietro la decisione di Conte ci sarebbe la sensazione di non avere "l'agibilità politica". Lo statuto, promesso da settimane ma mai reso noto, non ha passato il vaglio del garante. Lo strappo si è consumato in pochi giorni, con l'ex presidente del Consiglio che vorrebbe dettare la linea politica al 100% e, secondo quanto trapelato, con Grillo non sarebbe possibile. Un dualismo senza precedenti nella storia del partito – per quanto breve – con l'avvocato del popolo, prima indicato come premier e poi scelto come capo politico, che è pronto ad abbandonare la nave e forse (chissà) ad andare a capitalizzare in altro modo le altissime percentuali di gradimento che continuano a riconoscergli i sondaggi.

Quasi tutti, in queste ore, si sono esposti per ricucire lo strappo. Da Luigi Di Maio, primo mediatore, al trio Patuanelli-Taverna-Licheri, che venerdì scorso hanno passato quasi tre ore con Conte. Tutto ha portato alla telefonata di ieri che, secondo quanto scrive il Corriere, avrebbe rappresentato l'ultima goccia. "Hai distrutto il progetto", avrebbe detto Conte direttamente a Grillo, mentre il garante apriva su questioni ritenute di poco conto dall'ex presidente del Consiglio. L'annuncio della conferenza stampa fatto trapelare qualche giorno fa, ora è diventato ufficiale. Che sia un altro passo strategico nella guerra di nervi tra leader in pectore e garante-fondatore o la fine del rapporto tra Conte e i 5 Stelle ce lo dirà solo il tempo. Poco, in questo caso.

672 CONDIVISIONI
Conte dice che sul limite del doppio mandato decideranno gli iscritti del Movimento 5 stelle
Conte dice che sul limite del doppio mandato decideranno gli iscritti del Movimento 5 stelle
Conte: "Guidare il Movimento 5 Stelle è una faticaccia". Poi precisa: "Ma c'è tanto entusiasmo"
Conte: "Guidare il Movimento 5 Stelle è una faticaccia". Poi precisa: "Ma c'è tanto entusiasmo"
Sondaggi elettorali: Fratelli d'Italia primo a un punto dalla Lega, boom del Movimento 5 Stelle
Sondaggi elettorali: Fratelli d'Italia primo a un punto dalla Lega, boom del Movimento 5 Stelle
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni