51.260 CONDIVISIONI
Coronavirus
16 Ottobre 2020
20:38

Nuovo dpcm nelle prossime ore: “coprifuoco” alle 22 e verso chiusura di palestre e centri estetici

Nelle prossime ore verrà firmato un nuovo dpcm che avrà affetto immediato, che conterrà misure anti Covid più stringenti: il documento dovrebbe prevedere il coprifuoco alle ore 22,00 in tutto il territorio nazionale, con la chiusura anticipata di tutti i locali pubblici come bar, ristoranti e pub entro quell’ora.
A cura di Annalisa Cangemi
51.260 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Il nuovo dpcm con nuove misure anti Covid potrebbe arrivare già domani. Il governo sta lavorando a un nuovo provvedimento, vista la risalita dei contagi, e la curva esponenziale in preoccupante crescita. "Dobbiamo evitare il lockdown, non dico che è meno pericolosa l'ondata, ma che abbiamo lavorato. Dobbiamo affrontare questa ondata con strategia diversa e nuova, che non prevede più il lockdown", ha detto questa sera il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervistato al Festival di Limes, a Genova.

Il documento dovrebbe contenere il ‘coprifuoco' alle ore 22,00 in tutto il territorio nazionale, con la chiusura anticipata di tutti i locali pubblici come bar, ristoranti, pasticcerie e pub entro quell’ora. Non un divieto assoluto di uscire quindi, ma una misura che punta a ridurre drasticamente la movida e la circolazione delle persone in orario serale e notturno, per evitare così gli assembramenti per strada e nelle piazze.
Si va verso la chiusura delle palestre, dei parrucchieri, di estetiste e centri estetici, di cinema e teatri, anche se un intervento così deciso è probabile varrà solo per le Regioni con un indice di contagio alto.
Al momento, a quanto si apprende da fonti di governo, rimarrebbe fuori dal nuovo decreto la chiusura delle scuole, anche se lo stesso Comitato tecnico scientifico raccomanda la didattica a distanza almeno per le scuole superiori.

Come anticipato anche dalla viceministra Anna Ascani infatti prima di arrivare a una misura drastica come quella della chiusura degli istituti scolastici si ricorrerà al potenziamento degli orari flessibili a scuola: parte degli studenti potrebbero fare lezione la mattina, gli altri il pomeriggio, soprattutto nelle grandi città. "A giugno – ha detto la vicemnistra all'Istruzione – abbiamo approvato insieme alle Regioni e agli Enti Locali un piano scuola 2020/21 validato dal Cts, che consente massima flessibilità negli orari e nell’utilizzo della Didattica a Distanza alle superiori. Durante l’estate dirigenti, docenti e personale amministrativo hanno lavorato duramente per consentire a studentesse e studenti di rientrare in presenza e in sicurezza. E la scuola, soprattutto grazie a loro, è ripartita e sta resistendo".

Il nuovo documento verrà firmato dal presidente del Consiglio entro domani, 17 ottobre, e avrebbe effetto immediato, anche in vista dell’imminente weekend. Le misure attualmente in vigore, che prevedono la chiusura di bar e ristoranti entro le 24, ma con il divieto di consumare bevande oltre le 21 a meno che non sia possibile la consumazione al tavolo, sono state ritenute insufficienti.

51.260 CONDIVISIONI
27126 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni