Oggi in oltre 2mila navigator da tutta Italia erano presenti a a Roma per frequentare la giornata di formazione e orientamento dedicata proprio a queste nuove figure. "Voi siete il volto dello Stato che cambia approccio e va a prendere per mano chi si è smarrito, chi ha difficoltà. E lo riportiamo ad avere fiducia nel futuro e, quindi, nelle istituzioni. Una bellissima giornata oggi a Roma, con tantissimi navigator da tutta Italia", ha scritto il leader del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio

Ma la giornata non è stata esente dalle polemiche. Infatti, alla capitale è arrivata anche una delegazione dei vincitori del concorso per navigator della regione Campania, che al momento non può cominciare né la formazione, né il lavoro vero e proprio in quanto il governatore della regione, Vincenzo De Luca, si è rifiutato di firmare la convenzione con l'Anpal. Un documento necessario per far partire i contratti.

In questo quadro, il vicepresidente del Consiglio pentastellato ha affermato: "C'è una regione a cui come governo sto dando soldi, personale, sia per assumere le persone, sia per ristrutturare i centri per l'impiego, e questa regione si rifiuta di firmare. Abbiamo dato le risorse e poi si lamentano del fatto che le politiche attive del lavoro nella regione non funzionano. Ma non voglio arrivare a uno scontro e conto di arrivare a risolvere questa problema con il dialogo. Quindi per quanto non sia semplice dialogare con la regione Campania in quanto istituzione, confido si possa arrivare ad una soluzione. La regione Campania ha il maggior numero di navigator e questo perché è quella che sta messa peggio dal punto di vista del personale dei centri dell’impiego".

La protesta del governatore De Luca

Da parte sua, De Luca ha sempre motivato il suo rifiuto di firmare la convenzione puntando il dito contro il precariato: "Se con i navigator facciamo altri serbatoi di precariato e comitati di lotta, allora dico di no. Dopo due anni di formazione i navigator verranno mandati a casa. È un Paese serio questo?". E ancora: "Non so quali notizie abbia il presidente dell'Inps circa la stabilizzazione dei navigator: ad oggi non ci risulta niente di tutto ciò. Quando avremo queste risorse saremo i più felici. Abbiamo fatto una battaglia contro il precariato e per il lavoro stabile, questo significa che prima vanno stabilizzati i 600 precari che lavorano in Anpal e, poi, tutti gli altri selezionati con le procedure pubbliche analoghe a quelle che si seguono anche per i dipendenti della Pubblica Amministrazione".