354 CONDIVISIONI
7 Giugno 2021
17:46

Morto Guglielmo Epifani, Landini (Cgil): “Ha dato la sua vita per il sindacato”

La morte improvvisa di Guglielmo Epifani ha scosso il mondo della politica. Parole di cordoglio arrivano dai rappresentanti delle sigle sindacali e dai leader di tutti i partiti politici. “Il suo impegno, la sua esperienza rimarranno per sempre come esempio di cosa vuol dire essere un dirigente del sindacato”, ha commentato Maurizio Landini, segretario della Cgil.
A cura di Annalisa Cangemi
354 CONDIVISIONI

È morto Guglielmo Epifani, ex leader della Cgil. Aveva 71 anni. Deputato di Leu ed ex segretario generale della Cgil, dal 2002 al 2010, ha dedicato gran parte della sua vita al sindacato. Era stato eletto in Parlamento, alla Camera, nella 17esima legislatura con il Pd e riconfermato a marzo 2018, con il simbolo di Leu. A quanto di apprende Epifani era stato colpito una settimana fa da un'embolia polmonare, dalla quale sembrava essere in ripresa. Ma il suo quadro clinico si è aggravato, fino alla morte.

Lo piangono colleghi del mondo della politica, come l'attuale segretario della Cgil, Maurizio Landini: "È una pessima notizia. Guglielmo ha dato la sua vita per il sindacato. In questo momento siamo vicini alla moglie. Vedremo come organizzare il suo ricordo. Il suo impegno, la sua esperienza rimarranno per sempre come esempio di cosa vuol dire essere un dirigente del sindacato", ha detto uscendo dal Nazareno, dove era in corso un incontro Pd-sindacati, che è stato interrotto dopo l'arrivo della notizia.

Guglielmo Epifani, "È stato leader sindacale e segretario del Partito democratico. Voglio esprimere profondo cordoglio e il ricordo di tutti noi democratici per il ruolo fondamentale che ebbe in momenti molto difficili della vita del nostro partito", ha detto il segretario del Pd Enrico Letta. "Abbiamo interrotto il nostro incontro, stavamo discutendo di importanti questioni del lavoro, ci riconvocheremo", ha aggiunto.

A stretto giro arriva il messaggio di cordoglio del presidente del Consiglio Draghi, da parte di tutto il governo: "La vita di Guglielmo Epifani è stata un esempio di partecipazione democratica e impegno sociale, sempre al servizio dei lavoratori e dei più deboli. La sua gentilezza, integrità e passione civile resteranno a lungo nei ricordi di tutti. Alla moglie Maria Giuseppina vanno le più sentite condoglianze mie e del governo".

"Gentile, rigoroso, colto, appassionato, sempre disponibile a battersi per una società più giusta. Addio a Guglielmo Epifani. Il sindacato, la politica, il Paese perdono un protagonista", ha twittato il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

"È una giornata triste. Perdiamo un amico e una persona perbene impegnata in tante battaglie. Epifani è stato un politico riformista che ha fatto tante battaglie per i lavoratori. Oggi ci siamo fermati. Pensiamo che il cordoglio e il silenzio siano gli unici sentimenti da esternare", ha commentato il segretario generale Uil Pierpaolo Bombardieri.

"Voglio esprimere profondo cordoglio alla famiglia e le condoglianze a nome della Cisl. Epifani era un grande sindacalista, un politico competente, lucido e raffinato. Lascerà un vuoto incolmabile. Pensiamo di ricordare il suo impegno sociale, politico e istituzionale", ha detto il segretario generale Cisl Luigi Sbarra.

Parole commosse anche da parte del segretario della Lega Matteo Salvini: "Apprendo con tristezza della improvvisa scomparsa di Guglielmo Epifani, storico leader del sindacato e della sinistra. Invio il mio sincero cordoglio ai suoi cari e alla sua famiglia politica". 

Il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta in una nota ha espresso "Sconcerto e dolore per la morte improvvisa di Guglielmo Epifani, compagno di tante battaglie. Collega deputato, gentile, serio, equilibrato. Dirigente sindacale che ha speso la sua vita da una parte sola: dalla parte dei lavoratori. Ciao Guglielmo, resterai un esempio per tutti noi". 

"Una vita intera a difesa del lavoro come diritto fondamentale di ogni individuo. La tua lezione sarà sempre viva in chi crede nelle Democrazia e nella Costituzione. Ciao Gugliemo, grazie di tutto", ha twittato il ministro della Salute Roberto Speranza.

Si è detto sconvolto anche Nicola Fratoianni, leader di Si: "Guglielmo Epifani ci ha lasciati oggi. Una notizia improvvisa e inattesa che mi sconvolge. Con lui ho condiviso tre anni in Parlamento tra i banchi del gruppo. Una persona colta e rigorosa, con cui anche quando abbiamo avuto divergenze era sempre piacevole confrontarsi. Alla sua famiglia e ai suoi affetti – conclude Fratoianni – va il mio abbraccio e quello di tutta Sinistra Italiana".

Per il deputato di Leu Stefano Fassina "L'improvvisa scomparsa di Epifani è un immenso dolore. Mi stringo alla moglie, agli amici, a tutta la sua Cgil. Guglielmo ha difeso per tutta la vita lavoratrici e lavoratori, prima nel Sindacato poi in Parlamento. La sua lezione morale e politica rimarrà sempre con noi". 

Un saluto commosso anche da parte del M5s: "Una vita spesa per la tutela dei diritti e la dignità dei lavoratori prima nel sindacato e poi in Parlamento. A nome del Movimento 5 Stelle esprimiamo cordoglio per la scomparsa dell'ex segretario generale della Cgil e attuale deputato di Articolo 1 Guglielmo Epifani. Alla famiglia, agli esponenti di Articolo 1 e alla Confederazione generale italiana dei lavoratori, che Epifani ha guidato per due mandati, va la nostra più sincera vicinanza", hanno scritto in una nota, i senatori e le senatrici del Movimento 5 Stelle, componenti della commissione Lavoro di palazzo Madama.

‘A nome mio e dei deputati di Fratelli d'Italia profondo cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Epifani, avversario stimato e preparato. Il garbo che lo caratterizzava in Aula, anche nei ragionamenti a noi politicamente più distanti, mancherà all'intera Assemblea. La nostra vicinanza ai suoi cari e le nostre sentite condoglianze ai parlamentari di Leu. Oggi la politica perde uno dei suoi protagonisti più preziosi", ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

"Sconvolge e addolora la scomparsa di Guglielmo Epifani, un signore della politica come ce ne sono pochi. Esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia da parte di tutta la comunità di Italia Viva", ha commentato in una nota il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone.

La vita di Guglielmo Epifani

Nato nel 1953 era entrato nel sindacato subito dopo la laurea, ottenuta all'Università La Sapienza di Roma con una tesi su Anna Kuliscioff. Iscritto prima al Partito socialista italiano e, dopo la fine del Psi, al Pds, è stato eletto nel 2013 alla Camera dei Deputati come capolista della lista Pd, partito di cui è diventato segretario tra maggio e dicembre di quell'anno, in quella che lui stesso ha definito "una fase di transizione tra la segreteria di Bersani e quella di Renzi". È stato il primo socialista a guidare la Cgil dai tempi della sua ricostituzione nel 1944.

354 CONDIVISIONI
Il governo sta valutando l'introduzione del green pass obbligatorio sul posto di lavoro
Il governo sta valutando l'introduzione del green pass obbligatorio sul posto di lavoro
Licenziati in due aziende quasi 600 operai dopo lo sblocco, Landini: "Logica da Far West"
Licenziati in due aziende quasi 600 operai dopo lo sblocco, Landini: "Logica da Far West"
Gkn chiude, 422 licenziati email. "Io e mio marito mandati a casa, cosa daremo ai nostri figli?"
Gkn chiude, 422 licenziati email. "Io e mio marito mandati a casa, cosa daremo ai nostri figli?"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni