Sul Mes sembra esserci stata una chiusura definitiva da parte dell'Ue: i ministri dell'Eurogruppo non sarebbero disposti a riaprire il testo. Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha replicato con una nota al presidente dell'Eurogruppo, Mario Centeno, che oggi ha detto chiaramente che non è in previsione una riapertura delle trattative sul Fondo Salva-Stati: "Di fronte alla grave presa di posizione del Presidente dell'Eurogruppo, Mario Centeno, che chiude a qualsiasi riapertura del negoziato sul Meccanismo Europeo di Stabilità, stupisce e preoccupa ancora una volta l'incertezza e l'evanescenza dell'atteggiamento del governo italiano. Quello del Fondo salva-Stati è un tema che va affrontato con grande serietà, perché potrebbe avere ricadute molto pesanti per l'Italia", ha detto il leader azzurro.

Silvio Berlusconi è entrato dunque a gamba tesa nel dibattito sul fondo, e si è detto preoccupato perché il prezzo da pagare è "troppo alto". Per questo auspica che il governo invece di perdersi in "recriminazioni", chieda "l'aiuto di tutti" per "rinegoziare un accordo" sul quale è in gioco l'interesse nazionale.

Ma i negoziati sulla riforma sarebbero ormai chiusi. Al meeting dei ministri delle Finanze dell'area euro, all'ordine del giorno, oltre all'aggiornamento sulla situazione della Grecia e alle valutazioni della Commissione europea in tema di bozze di bilancio, c'era proprio la riforma del Mes. "Stiamo affrontando questioni tecniche ora, l'accordo politico è stato raggiunto", ha tagliato corto Centeno, spiegando che a questo punto il dibattito sul Meccanismo Europeo di Stabilità può avvenire soltanto all'interno dei singoli Paesi. I ministri dell'Eurogruppo sarebbero disponibili a rinviare a gennaio la discussione su alcune parti del Mes, ma solo su alcuni aspetti tecnici, come le controverse clausole di azione collettiva, che rendono meno difficile l'eventuale ristrutturazione del debito di uno Stato che chiede aiuti al Mes. La firma definitiva probabilmente non arriverà nel summit Ue della prossima settimana, ma sarebbe invece rinviata all'Eurogruppo di gennaio.