195 CONDIVISIONI
Elezione del Presidente della Repubblica 2022
21 Gennaio 2022
18:12

Il fuorionda di Gianni Letta: “Berlusconi è ancora convinto di trovare i numeri per il Quirinale”

Lo storico braccio destro di Berlusconi rivela in un fuorionda registrato da Askanews che il leader di Forza Italia non ha ancora rinunciato alla sua candidatura al Quirinale: “Ancora siamo che è convinto di…”.
A cura di Tommaso Coluzzi
195 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Silvio Berlusconi non molla la presa sul Quirinale. Il leader di Forza Italia crede ancora nella sua candidatura, anche se sembrava avvicinarsi il momento in cui si sarebbe fatto da parte. A rivelare i pensieri di Berlusconi è Gianni Letta, storico braccio destro dell'ex presidente del Consiglio, in un fuorionda pubblicato da Askanews. Nel video, registrato dalle telecamere dell'agenzia, si vede e si sente Letta parlare con Ignazio La Russa: "Non pensare che stiamo lì per aiutarlo a cercare di trovare lui intese con altri, con altri nomi – dice il senatore di Fratelli d'Italia – Io non credo che sia vero, ma questo li irrita ancora di più…". E Letta gli risponde: "Non è così, ancora siamo che è convinto di…". La Russa è d'accordo: "Lo so gliel'ho spiegato, ancora hai voglia… – continua – Io gli ho detto che se conosco l'uomo lui vuole solo aspettare per potervi incontrare quando vi potrà dire ‘ce la faccio'".

Che l'aria nel centrodestra sia tesa per la candidatura di Berlusconi non è un segreto. L'operazione scoiattolo, per cercare di raccogliere i voti necessari alla sua elezione a Presidente della Repubblica, sembra continuare sottotraccia, ma con scarsi risultati. Lo stesso Letta, intercettato dalle telecamere di Fanpage.it, non aveva risposto su Berlusconi. Intanto il vertice di coalizione previsto ieri è saltato, ed è stato rinviato a sabato 22 gennaio. Secondo quanto fanno sapere fonti di centrodestra si terrà a Roma, ma non si sa ancora dove né a che ora.

"Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono sentiti oggi al telefono – fanno sapere i tre partiti in una nota congiunta – È in programma per domani, a Roma, un vertice della coalizione". Poi ribadiscono un concetto già espresso più volte in questi giorni: "In occasione dell'elezione del Presidente della Repubblica, il centrodestra avrà una posizione condivisa e unitaria". Cresce l'attesa per il vertice di domani, determinante per capire se Berlusconi vorrà davvero andare fino in fondo o preferirà farsi da parte.

195 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni