620 CONDIVISIONI
Covid 19
1 Aprile 2022
13:37

Green Pass sui trasporti dal 1° aprile, dove è ancora obbligatorio e quando sarà abolito

Addio al Super Green Pass sui trasporti pubblici dal 1° aprile: sui mezzi a lunga percorrenza come treni, navi e aerei basterà avere la Certificazione Covid base, scaricabile anche con un tampone, mentre sulle reti urbane (tram, bus, metropolitana) non servirà proprio più.
A cura di Annalisa Girardi
620 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Con la fine dello stato di emergenza Covid cambiano le regole per il Green Pass, sia nella sua versione base che rafforzata. Una serie di novità è in arrivo per i trasporti: nei mezzi pubblici locali, come autobus o metropolitana, non servirà più avere la Certificazione per viaggiare, mentre su quelli a lunga percorrenza, come aerei, treni o navi, basterà quella ottenibile anche con un tampone negativo. Si dovrà però continuare a indossare la mascherina Ffp2. Andiamo quindi a vedere quali sono le regole per i trasporti fino al prossimo 30 aprile, quando dovrebbe scadere tutto l'impianto normativo legato al Green Pass.

Su quali mezzi di trasporto serve il Green Pass base

Come abbiamo detto, cambiano le regole sui trasporti. Di base, non sarà più obbligatorio avere il Super Green Pass, quello scaricabile solo dopo essere guariti o aver effettuato il vaccino,  per viaggiare sui mezzi di trasporto pubblici. Su quelli a lunga percorrenza, come appunto i treni ad alta velocità, i traghetti o gli aerei, basterà la Certificazione Covid base, che si può avere anche dopo un tampone. Sulle linee urbane locali, invece, non servirà proprio più il Green Pass: non sarà quindi richiesta nessuna Certificazione per prendere tram, bus o metropolitana.

Le nuove linee guida per i trasporti dal 1° aprile

Tuttavia bisognerà sempre indossare la mascherina di tipo Ffp2, almeno fino al 30 aprile. Il Comitato tecnico scientifico lo scorso 30 marzo, appena prima della scadenza dello stato di emergenza, ha pubblicato una serie di linee guida per la sicurezza sui trasporti: si continua quindi a raccomandare una frequente sanificazione dei mezzi, l'installazione di dispenser di igenizzante nelle stazioni, misure organizzative per evitare assembramenti (come i percorsi differenziati) e un'efficace comunicazione sulle basilari regole anti contagio. Si suggerisce anche un costante ricambio d'aria nelle stazione e l'acquisto digitale dei biglietti. Inoltre, si raccomanda di inserire nelle stazioni dei punti vendita dove chi è sprovvisto di mascherina Ffp2 possa recarsi ad acquistarla.

620 CONDIVISIONI
32436 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni