Le difficoltà sono temporanee, le amicizie imperiture. Quest'anno ricorre il 50esimo anniversario dall'inizio delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina, attendo di rivederla per continuare a scrivere un nuovo capitolo dell'amicizia sino-italiana”: è questo il messaggio che il presidente cinese Xi Jinping ha rivolto al capo dello Stato, Sergio Mattarella, parlando dell'attuale crisi legata al Coronavirus. A leggerlo l’ambasciatore Li Junhua in occasione di un concerto al Quirinale. A rispondergli lo stesso Mattarella, che esprime “fiducia e sostegno alla Cina nell'emergenza contro l'epidemia, nell'impegno ad assicurare la sicurezza internazionale”. “Abbiamo un nemico comune nell'epidemia in corso e come mi ha scritto il presidente Xi Jinping nel messaggio che mi ha inviato, le difficoltà sono temporanee, le amicizie sono imperiture”, afferma ancora il presidente della Repubblica parlando del Coronavirus.

Xi Jinping si dice “commosso” per quanto fatto dal presidente Mattarella, riferendosi anche alla visita nella scuola romana in cui studiano molti alunni cinesi. “La vera amicizia si vede nel momento del bisogno: in questo momento in cui il popolo cinese sta lottando contro il Coronavirus con tutte le sue forze, le parole del suo messaggio sono un segnale della sua fiducia e del suo sostegno nei nostri confronti”, aggiunge.

Il presidente cinese parla delle misure messe in campo per fronteggiare il Coronavirus nel suo messaggio al capo dello Stato: “Il governo cinese di fronte all'epidemia ha adottato misure di prevenzione e controllo rigorose e precise, agendo in modo responsabile sia nei confronti del popolo cinese che della comunità internazionale, ed ora i nostri sforzi stanno gradualmente producendo risultati positivi. Il governo e il popolo cinese sono determinati e possiedono le capacità di vincere la battaglia contro l'epidemia e salvaguardare la sicurezza sanitaria regionale e globale”.

Mattarella, in occasione del concerto straordinaria nell'anno della cultura e del turismo Italia-Cina 2020 ha espresso la sua fiducia nella Cina e ha poi aggiunto: "Questo concerto sottolinea la grande importanza che l'Italia attribuisce all'anno della cultura e del turismo Italia-Cina e rappresenta un segno di amicizia del popolo italiano nei confronti del popolo cinese. Quest'anno, inoltre, ricorrono i cinquanta anni delle relazioni diplomatiche tra la Repubblica Popolare Cinese e la Repubblica Italiana, relazioni che sono improntate a sincera cooperazione nel comune interesse".