30 Novembre 2022
10:29

Bonus 150 euro e 200 euro, oggi è l’ultimo giorno per richiederli: come fare domanda sul sito Inps

Oggi, 30 novembre 2022, per i lavoratori autonomi è l’ultimo giorno per fare domanda per i due bonus una tantum. Ecco come richiederli e quali sono i criteri da rispettare.
A cura di Luca Pons

Con i suoi tre decreti Aiuti, il governo Draghi ha varato nel 2022 due bonus per lavoratori e pensionati: un bonus 200 euro e un bonus 150 euro, per contrastare l'inflazione e il caro bollette. Mentre alcune categorie li hanno ricevuti in automatico, l'ultimo giorno valido per fare richiesta di questi bonus da parte dei lavoratori autonomi è oggi, 30 novembre 2022.

Si tratta, come detto, di un'indennità che si riceve una tantum, non di un bonus regolare. I requisiti per avere i due bonus sono diversi: il primo, quello da 200 euro, è rivolto a chi ha un reddito nel 2021 inferiore ai 35mila euro. Il secondo, invece, ovvero il bonus da 150 euro, è ottenibile da chi non ha superato i 20mila euro di reddito nel 2021.

Come fare domanda per il bonus 150 euro e 200 euro sul sito Inps

Per fare domanda, è necessario andare oggi alla home page del sito dell'Inps, cliccare su Prestazioni e servizi, poi su Servizi e infine su Punto d'accesso alle prestazioni non pensionistiche. Arrivati così alla pagina di autenticazione del servizio, si dovrà accedere utilizzando lo Spid (Sistema pubblico di identità digitale) oppure la propria Carta d'identità elettronica o la Carta nazionale dei servizi.

All'interno del sito si potrà indicare la propria categoria di appartenenza, quella per la quale si intende fare domanda per avere il bonus 200 euro e il bonus 150 euro. Si ricorda che oggi, 30 novembre 2022, è l'ultimo giorno disponibile per fare questa operazione.

Per chi non potesse accedere al sito web dell'Inps, si può presentare la richiesta per il bonus una tantum anche tramite telefono, con il Contact center dell'Istituto nazionale della previdenza sociale. Il numero verde gratuito che si può chiamare da telefono fisso è 803 164, mentre il numero per i cellulari (a pagamento in base alla propria tariffa) è 06 164 164. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20, quindi c'è tempo fino alle 20 di oggi per fare domanda.

Infine, si può fare richiesta di persona tramite gli enti di Patronato, servizi che esistono appositamente per aiutare nello svolgere pratiche di questo tipo. L'elenco completo degli enti di Patronato attivi e riconosciuti si può trovare sul sito dell'Inps.

Una volta presentata la domanda, sempre tramite il portale online Inps si potranno tenere d'occhio le procedure in corso, monitorando lo stato di lavorazione della domanda che si è presentata. Se necessario, sarà possibile dal sito anche aggiornare le informazioni sulla modalità di pagamento del bonus 200 euro e del bonus 150 euro, in scadenza oggi.

Quali sono i criteri per il bonus 200 euro e il bonus 150 euro, in scadenza oggi

Non sono gli unici criteri che vanno rispettati. Un decreto apposito del ministero del Lavoro, pubblicato il 19 agosto 2022, ha stabilito che per i titolari di partita Iva che vogliono avere anche solo uno dei due bonus, è obbligatorio essere iscritti alla gestione autonoma fin da prima del 18 maggio 2022.

Chi non era iscritto alla gestione autonoma prima dell'entrata in vigore del decreto Aiuti, quindi, non ha diritto al bonus 200 euro né al bonus 150 euro. In più, i titolari di partita Iva devono avere una partita Iva, ed essere attivi sul lavoro, sempre dalla stessa data: 18 maggio 2022.

E lo stesso 18 maggio è la data limite per aver effettuato almeno un versamento contributivo. L'ultima caratteristica che va rispettata è che chi riceve i bonus non può essere titolare di trattamenti pensionistici diretti, né essere pensionato o un lavoratore dipendente.

Bonus figli disabili 2023, cos'è e come fare domanda all'Inps
Bonus figli disabili 2023, cos'è e come fare domanda all'Inps
Bonus cultura 18App da 500 euro, come fare richiesta e chi può ottenerlo nel 2023
Bonus cultura 18App da 500 euro, come fare richiesta e chi può ottenerlo nel 2023
Il governo apre al taglio delle accise e prolunga il bonus 200 euro: come cambia il decreto Carburanti
Il governo apre al taglio delle accise e prolunga il bonus 200 euro: come cambia il decreto Carburanti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni