Laura Boldrini è uscita dall'ospedale, il Rizzoli di Bologna, dopo l'operazione. È stata lei stessa ad annunciarlo sui social: "Esco dall'ospedale Rizzoli di Bologna trasformata rispetto alla donna che vi è entrata due settimane fa. Indubbiamente sono stati i giorni più difficili della mia vita, che hanno lasciato segni indelebili nel corpo e nella mente. La malattia che si impone e mette tutto il resto in secondo piano, la malattia che tira fuori le fragilità nascoste sotto corazze sapientemente costruite nel corso di una vita. Non si è mai pronti, specialmente quando ad abbattersi è uno tsunami inaspettato", dice l'ex presidente della Camera in un post sui social, pubblicando anche una foto che la ritrae con le stampelle insieme ad alcuni medici e infermieri dell'ospedale Rizzoli.

Proprio verso di loro esprime "profonda gratitudine". La deputata dem racconta di aver un tumore al femore, un sarcoma raro: "Devo ringraziare una mia amica che ha insistito perché mi facessi una risonanza magnetica, io pensavo fosse un problema al nervo sciatico", racconta al Corriere della Sera. La parlamentare ha scoperto di avere la malattia a metà marzo, poi è stata operata il 10 aprile: "Non c'era da perdere tanto tempo".

"Mi hanno tagliato 25 centimetri di femore e al suo posto hanno messo una protesi, in titanio, con una calza. L'osso ricrescerà, ma non sarà una passeggiata. La cosa positiva è che non hanno trovato infiltrazioni". 

"A chi mi ha operata, a chi mi ha curata e assistita in questi giorni. Con competenza e umanità. Volti che, sia pur nascosti sotto la mascherina, rimarranno per sempre impressi nei miei ricordi" scrive ancora nel post su Facebook. "Ora torno a Roma, ma non ancora nella mia abitazione, per poter affrontare questa nuova e faticosa fase, questo percorso ad ostacoli che ho davanti e che voglio superare per ritornare alla normalità, all'impegno politico e sociale di sempre. Sapendo che nulla sarà più come prima". Laura Boldrini racconta anche di aver sentito spesso la figlia in questo periodo: "Non l'ho potuta vedere perché vive all'estero e non è potuta venire per colpa della pandemia". 

L'Istituto ortopedico Rizzoli condivide su Facebook lo scatto e il post pubblicato dalla deputata e la ringrazia per le parole dedicate all'equipe di chirurgia vertebrale diretta da Alessandro Gasbarrini. "Cerchiamo di dare il meglio per ogni paziente – scrive il Rizzoli – e ci fa piacere leggere i vostri apprezzamenti dopo una visita o un ricovero, segno che siamo riusciti a fare il nostro dovere".

"Oggi ci fa piacere leggere le parole di Laura Boldrini", "Grazie Laura".