Dal Biathlon arriva la prima medaglia per l’Italia alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang. Domink Windisch è arrivato terzo nella 10 chilometri sprint di Biathlon. Quattro anni fa l’altoatesino arrivò undicesimo, questa volta ha conquistato il bronzo ed è andato vicinissimo anche a una medaglia molto più pesante. Il tedesco Arnd Peiffer lo ha preceduto per soli otto secondi, secondo posto per il ceco Michal Krcmar.

La felicità di Windisch per il bronzo

Una medaglia inaspettata per Windisch giunto terzo, anche grazie agli errori del grande favorito della vigilia Martin Fourcade, che non sfata il tabù olimpico, e Tarjei Boe, grande protagonista di tutta la stagione. Per la quinta volta arriva una medaglia olimpica del biathlon azzurro. Dopo la gara e prima della premiazione, felicissimo, il medaglia azzurro ha detto:

Quando ho sbagliato l’ultimo tiro ho pensato: non è possibile, l’avevo visto bene. Ora sono felicissimo, mi sto godendo il momento e voglio ringraziare tantissimo mio fratello Markus. La nostra è una vittoria di squadra, dalle nostre parti è una tradizione praticare questo sport. Adesso devo concentrarmi e recuperare per la gara di domani.

Kostner porta l’Italia in finale, che beffa per Fischnaller

Carolina Kostner con una prestazione straordinaria trascina l’Italia nella finale del Team Event, la gara a squadre del pattinaggio artistico, che per la seconda volta si disputa alle Olimpiadi. La Kostner è arrivata seconda dietro la Medvedeva nell’individuale femminile. Conquistare la prossima netta una medaglia non sarà facile (gli USA, il Canada, il Giappone e la Russia sembrano più forti), ma Carolina ha fatto capire a tutte le rivali di essere, come al solito, pronta ad artigliare una medaglia. Sfortunatissimo Dominik Fischnaller che per appena due millesimi non ottiene il bronzo nello slittino individuale.