Non ce l'ha fatta il bambino di 6 anni rimasto gravemente ferito domenica scorsa dopo essere caduto in minimoto mentre stava rientrando ai box al termine di alcuni giri di prova sulla pista Racing park di Viadana. Marco Scaravelli, di Dosolo, è morto oggi pomeriggio all'ospedale di Bergamo dove era stato ricoverato subito dopo l'incidente. Il decesso è stato accertato alle ore 17:00 di oggi. La famiglia ha comunicato la decisione di donare i suoi organi. La camera ardente e' stata allestita nella palestra del piccolo Comune, dove la salma arriverà domani.

L'incidente risale a domenica scorsa, quando il piccolo Marco stava rientrando ai box, al termine di alcuni giri che aveva effettuato assieme ad altri coetanei, sulla pista di moto gestita da Ivan Goi, pilota di Superbike, con il padre a Viadana, nel Mantovano. Marco aveva eseguito tutti i giri con il padre e si stava apprestando a posare la moto al gazebo. Una manovra che avrebbe dovuto fare a motore spendo, tenendo semplicemente la moto a braccio. Il padre però, stando al suo racconto ad alcuni testimoni sul posto, avrrebbe tirato l'apposita cordicella dell'avvio della moto mentre suo figlio era ancora in sella. La moto e' scattata in avanti senza che il piccolo, colto di sorpresa, riuscisse a governarla, ha percorso 40 metri attraversando un parcheggio e si é schiantata contro la cancellata della pista.

Marco indossava regolarmente il casco, ma l'impatto è stato molto potente. Portato subito in ospedale a Bergamo, era stato operato per un gravissimo trauma cranico. Dopo un iniziale miglioramento, le sue condizioni sono via via peggiorate fino al decesso di oggi.