La Torre Allianz (a sinistra) e la Torre Unicredit, che dominano lo skyline di Milano (Foto dagli archivi LaPresse e Getty images)
in foto: La Torre Allianz (a sinistra) e la Torre Unicredit, che dominano lo skyline di Milano (Foto dagli archivi LaPresse e Getty images)

Negli ultimi anni lo skyline di Milano è cambiato profondamente: sono tanti i grattacieli edificati nel capoluogo lombardo, che ha scelto di svilupparsi sempre più in verticale anche per contenere il consumo di suolo, serio problema a livello ambientale di tutte le grandi aree urbane. Una domanda che potrebbero farsi tanti milanesi (e non) è questa: qual è il grattacielo più alto della città? In realtà non esiste una risposta certa. A livello internazionale i criteri per stabilire l'altezza dei grattacieli, infatti, variano e sono sostanzialmente tre: uno misura l'altezza dal piano stradale al tetto, la cosiddetta altezza architetturale (height to architectural top). Il secondo criterio prende in considerazione l'altezza dell'ultimo piano calpestabile (highest occupied floor) e il terzo infine tiene conto dell'altezza complessiva dell'edificio, includendo eventuali strutture posizionate sul tetto come guglie o antenne (height to tip).

Il grattacielo più alto di Milano? Due edifici si contendono il primato

Sono due gli edifici che si contendono il primato di grattacielo più alto a Milano. Il primo è la Torre Unicredit, spettacolare costruzione realizzata dall'architetto argentino César Pelli (scomparso nel luglio 2019) che sorge in piazza Gae Aulenti. La Torre Unicredit viene spesso definito non solo il grattacielo più alto di Milano, ma di tutta Italia. La guglia che ne caratterizza la sommità è a tutti gli effetti un elemento strutturale dell'edificio, che con i suoi 230 metri d'altezza complessivi è dunque in cima ai grattacieli più alti di Milano se si considera l'altezza architetturale.

Se si prendono in considerazione gli altri due criteri, però, la situazione cambia: per altezza dell'ultimo piano calpestabile e altezza complessiva dell'edificio, antenne incluse, è infatti la Torre Allianz il grattacielo più alto di Milano e dell'intera Penisola. L'edificio, progettato da Arata Isozaki e che compone assieme ad altri due grattacieli (la Torre Generali e quella Pwc) la moderna zona di Citylife, è alto complessivamente 249 metri. Di questi, però, 40 sono della torre Rai che svetta sulla sommità dell'edificio. I 209 metri "abitabili" della Torre Isozaki la rendono comunque il grattacielo più alto se si considera come criterio l'altezza dell'ultimo piano calpestabile.

Grattacieli di Milano: altri primati

Altri grattacieli a Milano detengono, al momento, diversi primati. La Torre Solaria, realizzata nel 2013 nel rinnovato quartiere di Porta Nuova, con i suoi 37 piani e 143 metri è l'edificio residenziale più alto d'Italia: a differenza di altri edifici più alti infatti non ospita infatti uffici, ma privati (e facoltosi) cittadini. Un altro grattacielo che sorge nelle vicinanze della Torre Solaria, la Diamond tower, detiene invece il primato di edificio in acciaio più alto d'Italia con i suoi 140 metri.